Gallinari: “La mia capacità di playmaking? È dovuta al mio passato in Europa”

Foto: Matteo Marchi
Foto: Matteo Marchi

Gallinari si sta dimostrando un playmaker aggiunto per i suoi Clippers grazie alla sua capacità di ball-handling e gestione del gioco nonostante la sua taglia da lungo

Danilo Gallinari sta trascorrendo quella che con ogni probabilità è la miglior stagione della sua carriera in NBA finora.

L’ala dei Clippers sta viaggiando ad una media di 19.6 punti con un ottimo 46% da tre punti e si sta rendendo un costante mismatch per gli altri lunghi grazie alla sua abilità nel mettere la palla a terra e creare per sé stesso e i suoi compagni. Il giocatore italiano ha detto che la sua capacità di fungere da playmaker aggiunto è dovuta al suo passato in Europa.

“È così che insegnano la pallacanestro in Europa,” ha detto Gallinari. “Non importa se sei un lungo. In Europa trovi lunghi che palleggiano per il campo per ore. Si può vedere da tutti i lunghi europei in NBA a partire da Nikola Jokic, con cui ho giocato. La maggior parte dei lunghi europei sono così. Io sono cresciuto giocando da playmaker, mai da lungo. Magari ero il più alto della squadra ma giocavo comunque da playmaker.”

Fonte: Los Angeles Clippers.

Commenta