Gabriele Grazzini è il nuovo assistant coach di Bergamo

Gabriele Grazzini è il nuovo assistant coach di Bergamo

Bergamo aggiunge un altro importante tassello al proprio staff tecnico per la stagione 2019/2020

Bergamo aggiunge un altro importante tassello al proprio staff tecnico per la stagione 2019/2020: a fianco di coach Calvani in panchina siederà Gabriele Grazzini, in qualità di assistant coach.
Toscano nativo di Pescia (PT), 35 anni, Grazzini ha alle spalle una lunga carriera nonostante la giovane età. Approda nel basket a livello senior nel 2002 a Montecatini, e fu proprio coach Calvani a lanciarlo come assistant coach nella stagione 2003/2004, nella squadra che da neopromossa in Legadue raggiunse le semifinali playoff. Resta in Toscana fino al 2009, sempre come assistant coach in prima squadra e come allenatore delle formazioni giovanili. Nel 2009/2010 si trasferisce a Veroli – sempre in Serie A2 – dove conquista la Coppa Italia e sfiora la promozione in Serie A, e si ripete nella stagione 2011/2012 ad Omegna: vittoria in Coppa Italia e primo posto in regular season. Nel 2013/2014 si sposta a Mantova, ed anche in quest’occasione arriva un successo: con i virgiliani Grazzini vince il campionato di Serie A2 Silver. Passa poi a Montichiari/NBB Brescia la stagione successiva, prima di dedicarsi al progetto FullCourt, di cui è co-creatore, un progetto che si occupa di ideare, creare e promuovere eventi di crescita personale ed ottenere borse di studio per meriti sportivi negli USA. Torna in panchina ai Tigers Forlì, in Serie B, nella stagione 2017/2018, dove è assistant coach in prima squadra e Responsabile del Settore Giovanile, mentre lo scorso anno si trasferisce in Serie A austriaca con i Flyers Wels, nelle cui file svolge anche il ruolo di offensive coordinator: raggiunge i playoff con il secondo miglior attacco della Lega, e contemporaneamente si piazza al secondo posto in Austria con l’Under19, di cui è capo allenatore.
Il primo commento di coach Grazzini: “Sono passati tanti anni da quell’agosto 2003 in cui coach Calvani scommise su di me non ancora ventenne, e mi fece esordire nel suo staff in LegaDue a Montecatini. Mi affaccio a questa nuova sfida con ancor più entusiasmo, dato dalla consapevolezza di dover affrontare una stagione molto impegnativa. Ho già allenato da queste parti, ho grande rispetto per la vostra competenza e passione per il basket. Ringrazio coach Calvani, la Società che in questa estate movimentata non mi ha mai fatto sentire in discussione, il mio agente Marco Calise e, come in ogni capitolo della mia vita, la mia Famiglia.”

Fonte: Ufficio Stampa Bergamo Basket.

Commenta