Fredette riporta il sorriso sul volto del Pana, battuto uno Zenit pasticcione

Courtesy of Getty Images
Courtesy of Getty Images

Dopo due sconfitte consecutive di misura, la squadra di Pedoulakis gestisce bene il finale di partita

Dopo due sconfitte consecutive al fotofinish, l’ultima delle quali arrivata contro Milano, il Panathinakos riassapora il gusto della vittoria. Espugnato il campo dello Zenit St. Petersburg (79-89) grazie ad un’ottima gestione dei minuti finali.

 

Gara sul filo dell’equilibrio e spallata arrivata nel terzo quarto quando, per due volte, il Pana tocca anche il +14 (49-63) grazie ai canestri di Deshaun Thomas (15 punti) e al solito Nick Calathes pro squadra (15 assist!). Ma lo Zenit è duro a morire e con la coppia Mateusz Ponitka – Andrew Albicy trovava i canestri che davano nuovo gusto alla sfida.

 

Minuti finali e un paio di azioni importanti di Ioannis Papapetrou (rimbalzo offensivo e canestro) davano linfa al Pana. Zenit duro a morire ma pasticcione nel finale: Albicy e Alex Renfroe sbagliavano praticamente tutto tra liberi e perse mentre Jimmer Fredette si ergeva MVP, glaciale sia dalla lunetta che dal campo (22 punti). Per un Pana che torna così al successo.

 

[pb-game id=” 420951″]

Commenta