Fortitudo, Sacchetti: “Sarei matto a non volere Aradori”

Fortitudo, Sacchetti: “Sarei matto a non volere Aradori”

Il nuovo coach dell’Aquila parla dell’ex Virtus: “Per il campionato ha qualità tecniche importanti”

Lunga intervista sul Corriere dello Sport Stadio per Meo Sacchetti, neo-coach della Fortitudo Bologna, che ha parlato di Pietro Aradori tornando anche sui dissapori della scorsa estate per l’esclusione dal Mondiale.

“Ho già parlato con Aradori, ci siamo spiegati a proposito di quella esclusione dalla Nazionale: io ho detto la mia, lui la sua. Basta. Io non met­to in discussione il suo valore nel campionato italiano, sarei un matto! Di certo non ci sono tanti giocatori migliori di Pietro. Sono stato molto chia­ro e schietto, e lui ha fatto lo stesso. Poi, se lui avrà dei pro­blemi di cui discutere con me, lo ascolterò. Rimarrà? Non lo so. Ha ancora un contratto con la Fortitudo. Se vorrà andar via, sarà una sua scelta. Però io non ho alcuna preclusio­ne nei suoi confronti, anzi. Ci mancherebbe pure che in un campionato come il nostro mi mettessi a discutere uno come Aradori!”, ha detto Sacchetti.

Fonte: Corriere dello Sport-Stadio.

Commenta