Forni, Feira e Actis nel registro degli indagati: ecco l’ipotesi di reato

Forni, Feira e Actis nel registro degli indagati: ecco l’ipotesi di reato

Dal primo gennaio 2018 a metà maggio 2019 la società torinese avrebbe effettuato una decina di operazioni di indebita compensazione dell'Iva per un totale di 1,46 milioni di euro

La Stampa riporta l’ipotesi di reato per cui la Procura di Torino ha iscritto nel registro degli indagati Antonio Forni, Massimo Feira e Maurizio Actis di Auxilium Torino.

Dal primo gennaio 2018 a metà maggio 2019 la società torinese avrebbe effettuato una decina di operazioni di indebita compensazione dell’Iva per un totale di 1,46 milioni di euro.

«I crediti utilizzati per andare al pari coi debiti sarebbero stati in parte inesistenti. Una frode, pare» quel che riporta nel suo articolo Giuseppe Legato.

Commenta