Focus mercato ACB: Fuenlabrada, Andorra, Estudiantes e Burgos

ACB Photo/E. Cobos

ACB Photo/E. Cobos

Quarta puntata dell'approfondimento sulla Liga ACB. Oggi analizzato il mercato delle mine vaganti Fuenlabrada, Andorra, Estudiantes e Burgos

[pb-team id=”159″]

Arrivi: Viktors Iljns, Tomas Bellas, Marc Garcia, Daniel Clark, Talib Zanna, Chema Gonzalez, Lucas Nogueira, Augusti Julbe (all.).

Partenze: Gregory Vargas, Blagota Sekulic, Rolands Smits, Emir Sulejmanovic, Gabe Olaseni, Przemek Karnowski, Nestor Garcia (all.).

Il colpo: Lucas Nogueira

Augusti Julbe, storico aiutante di Pascual e Perasovic, guiderà l’imprevedibile Fuenla questa stagione.
Al fianco di tiratori come Popovic e Cruz ci sarà il direttore d’orchestra Tomas Bellas che tornerà nella sua città di nascita con il compito di far correre il più possibile una squadra rapida ed atletica.
Una firma di spessore è quella di Marc Garcia, prospetto ex Barca, che ha accettato un contratto triennale e potrà essere un fit perfetto per la squadra di Madrid.
Sotto canestro forniranno solidità Talib Zanna e Daniel Clark. Il primo è reduce da una stagione in Israele chiusa a 13,7 ppg e 9 rpg mentre per il secondo si tratta di un ritorno in maglia Fuenlabrada dopo la stagione 2014/15.
Il centro titolare sarà Lucas Nogueira che si ritroverà nella città che lo ha lanciato (ma con una maglia differente) pronto a raccogliere i tanti lob lanciati dai compagni.
L’atletismo e l’innata capacità di correre il campo dell’ex Estudiantes potranno fare di lui un punto di riferimento importante per la squadra di Julbe, alla prima esperienza da allenatore capo.
Dopo il nono posto della scorsa stagione il Fuenla proverà a riprendersi i playoff, compito reso ancora più arduo dal doppio impegno in Champions League.

[pb-team id=”159″]

Arrivi: Reggie Upshaw, Rafa Luz, Dylan Ennis, Michele Vitali, Shayne Whittington, Moussa Diagne, Ibon Navarro (all.).

Partenze: Jaime Fernandez, Jaka Blazic, Beja Burianadze, Colton Iverson, Landing Sane, Vladimir Jankovic, Joan Pennaroya (all.).

Il colpo: [pb-player id=”14165″]

La voglia di migliorarsi nuovamente e continuare la spaventosa crescita degli ultimi anni è tanta ad Andorra. La squadra, dopo l’addio a Pennaroya, è stata affidata ad Ibon Navarro ed in estate sono arrivate parecchie firme interessanti.
Dyl(AND) Ennis rimarrà in Spagna dopo una turbolenta annata e formerà una coppia a dir poco frizzante con Andrew Albicy. Grinta e muscoli verranno aggiunti al reparto guardie da Rafa Luz mentre altrettanto talento offensivo sarà fornito dall’italiano Michele Vitali.
L’ex Brescia ha già ben figurato in lliga catalana e giocherà per la prima volta l’Eurocup.
Gli spot di 4 e 5 titolari saranno occupati da Reggie Upshaw e Shane Whittington.
Nella sua superba stagione in maglia Obradoiro il centro del ’91 ha tenuto una media di 22 ppg contro Andorra e formerà un’intrigante coppia con il sophomore classe 1995.
Inoltre, svincolato dal Barcelona, è arrivato Moussa Diagne che vesità la maglia del Morabanc fino al 2020.
La squadra del principato è da tenere d’occhio quest’anno perché farà senza dubbio divertire e sarà la mina vagante di questa ACB con legittime ambizioni playoff.

[pb-team id=”147″]

Arrivi: Gian Clavell, Zoltan Perl, Nikola Jankovic, Josep Maria Berrocal (all.).

Partenze: Alexandar Cvetkovic, Sylven Landesberg, Alec Brown, Sitapha Savané, Salva Maldonado (all.).

Il colpo: [pb-player id=”74096″]

Cambia poco la squadra madrilena che conferma il giovane gruppo spagnolo. L’obiettivo del mercato estivo è stato quello di sostituire degnamente il mattatore della scorsa stagione: Sylven Landesberg, votato come componente del miglior quintetto della Liga Endesa.
Il difficile compito toccherà al portoricano Gian Clavell che ha chiuso l’esperienza alle qualificazioni per la Fiba Champions League con 11,5 ppg.
Il miglior marcatore di questa breve e deludente avventura europea è stato Nikola Jankovic, compagno di Clavell al Sakarya, con 13 ppg. Il lungo affiancherà Nik Caner-Medley determinato a continuare a convincere dopo un finale di stagione in crescendo.
La scommessa dei collegiali, che non parteciperanno dunque alla Champions League, sarà Zoltan Perl, ungherese visto anche a Capo d’Orlando.
Anche l’allenatore Josep Maria Berrocal è arrivato a Madrid con il volo proveniente dalla Turchia, fresco di esperienza con l’Eskisehir; per l’Estudiantes i playoff sono troppo lontani e la salvezza potrebbe non essere scontata.

[pb-team id=”909″]

Arrivi: Dino Radoncic, Ognjen Jaramaz, Branden Frazier, Bruno Fitipaldo, Viacheslav Kravtsov.

Partenze: Corey Fisher, Tomas Schreiner, Deividas Gailius, John Jenkins, Edu Martinez, Felipe Dos Anos, Seba Saiz.

Il colpo: [pb-player id=”17436″]

Anche a Burgos, smaltita l’euforia che ha portato la salvezza, è tempo di compattarsi per l’inizio della nuova temporada.
Gli elementi di continuità rispetto al gruppo della scorsa stagione sono, su tutti, Deon Thompson e Vlatko Cancar, saggiamente rinnovati ad inizio estate.
La cabina di regia è, invece, completamente rinnovata.


Come backup è arrivato un altro ex Mega Leks ovvero Ognjen Jaramaz, prospetto serbo scelto alla numero 58 dai Knicks nel draft del 2017. Il titolare sarà Bruno Fitipaldo reduce dall’esperienza avellinese.
L’uruguagio non ha pienamente convinto in pretemporada e non è da escludere un rapido cambio nelle gerarchie. Sotto canestro ci sarà un giocatore che ha già vinto la Liga con la maglia taronja cioè Kravtsov mentre è in cerca di un ruolo ben definito Dino Radoncic, giovane di proprietà del Madrid.
Il secondo spot USA verrà occupato da Branden Frazier che, molto probabilmente, ricoprirà unicamente il ruolo di guardia e dovrà necessariamente esprimere tutto il suo talento offensivo.
Il compito degli uomini di Epifanio è quello di centrare nuovamente la salvezza e, roster alla mano, non dovrebbe essere un compito estremamente proibitivo.

Commenta