Filippo Macchi: Oggi pagheremo il 70% degli stipendi di staff e squadra. Lodi? 10 per €48.000

Filippo Macchi: Oggi pagheremo il 70% degli stipendi di staff e squadra. Lodi? 10 per €48.000

Le parole del DG della Mens Sana Siena che parla anche dei lodi che sono 10, per una cifra di 48.000 euro

Filippo Macchi, DG della Mens Sana, è intervenuto ad Antenna Radio Esse ha fatto il punto della situazione in casa OnSharing Siena.

Questione stipendi.

Per quanto riguarda gli stipendi, parliamo di uno stipendio, quello di dicembre. Nella giornata di oggi la squadra e lo staff saranno pagati per col 70% del loro compenso perché attualmente abbiamo disponibilità attraverso dei fondi personali per una cifra che si aggira attorno al 70%. Da qui al 2 di gennaio pagheremo la differenza del 30%. Per gli altri stipendi a partire da gennaio ricominceremo ad essere regolari. Iniziando il nuovo anno le aziende hanno un budget diverso e ci possiamo permettere di essere più regolari.

Questione Lodi.

La somma totale dei lodi, dopo aver pagato quello più oneroso (Marko Simonovic),  è una somma cospicua ma non elevatissima dato che parliamo di circa 48.000 euro. All’interno dei lodi ci sono alcuni allenatori del settore giovanile della precedente stagione, ci sono alcuni procuratori della scorsa stagione. Faremo in modo di rispettare le tempistiche che la lega ci concede. Per questioni di cassa è più conveniente per noi affrontarne uno ad uno e pagarne uno alla volta.  I dieci lodi creano un imbarazzo ed una certa pressione mediatica. Dieci è un numero spaventoso ma se si va a fare la somma sono delle cifre accettabile. Il futuro della Mens Sana è difficile dove speriamo di poter dare una certa continuità e fermezza oltre a positività. Non sarà facile. Èuna società che si porta dietro un peso importante e dei costi rilevanti. Èuna società che ha dei ricavi molto bassi.

Rapporto Polisportiva.

Il rapporto personale è abbastanza positivo. Mi è stato richiesto una settimana di fare un pagamento che per noi non era possibile fare. Un pagamento per una cifra rilevante che non abbiamo fatto. Oggi siamo divenuti ad un accordo per cui tutto dovrebbe essere riallacciato. Noi avevamo dei pagamenti alla polisportiva da settembre ad oggi. Noi siamo tra le pochissime realtà di pallacanestro che si vede costretta nel 2018 e 2019 a dover pagare la struttura dove gioca e dover pagare un affitto che reputo molto importante per questa società. Questa squadra rappresenta una città e le istituzioni dovrebbero fare in modo che società che rappresentano Siena, come la Robur, la Mens Sana o Emma Villas abbiano delle agevolazioni migliori per avere posti dover poter allenarsi o giocare senza che ci sia qualcuno che deve riscuotere qualcosa che poi non consente alla società di stare tranquilla. Noi rispetteremo i nostri impegni con la Polisportiva.

Arrivare fino in fondo.

Noi non ci aspettavamo di essere lasciati abbastanza soli in questa avventura della gestione della Mens Sana. Quest’anno sono venuti a mancare moltissimi sponsor rispetto allo scorso anno. Sponsor soprattutto locali. E questo ha generato delle difficoltà. Per arrivare fino in fondo noi ci arriveremo e faremo in modo di trovare degli sponsor per poterla far vivere in maniera più serena. Se fossimo pubblicati dalla pubblica amministrazione, dalle istituzioni e dalle aziende locali e dagli enti di informazione tutto questo sarebbe più semplice. Sparare sul giornale o sulla Gazzetta dello Sport nazionale o sui giornali locali che ci sono 11 lodi o non si pagano gli stipendi. Un conto è essere in ritardo di 15-20 giorni con gli stipendi, cosa che con la pallacanestro italiana succede. Non succede solo a noi. Credo sia ben differente il peso e l’effetto che fa su di noi l’effetto che fa sulla nostra immagine e quello che è il reale problema.

Commenta