Il Banco di Sardegna Sassari cade in Ungheria e perde anche il primato

Il Banco di Sardegna Sassari cade in Ungheria e perde anche il primato

Dopo le due sconfitte in campionato, primo ko in Europa per la squadra di Vincenzo Esposito, che spreca anche la differenza canestri della gara di andata

Momento non positivo per la Banco di Sardegna Sassari che, dopo i due ko in campionato con Cremona e Venezia, conosce anche la prima sconfitta in Fiba Europe Cup. Sul difficile campo del Szolnoki Olaj la squadra di Vincenzo Esposito è condannata dalle perse e dalla scarsa mira dall’arco, e incassati 19 punti nei primi 5’ del terzo quarto si arrende senza troppo combattere. Vanificato il +4 della gara di andata, quando venne rimontato prodigiosamente un -20: ora è il Szolnoki Olaj a prendere il comando del gruppo H. 87-74 il finale.

[pb-game id=”406609″]

1° QUARTO

Dinamo Sassari che vuole il primo posto, contro un avversario che la fa soffrire non poco in Sardegna, toccando anche il +20. Padroni di casa che scappano sul 12-5, trascinata anche dai 6 punti di Szilard Benke , autore di 6 punti con 3/3 da 2. Dinamo che reagisce con Scott Bamforth e soprattutto Terran Petteway , e che chiude 23-22 il primo quarto nonostante le 5 palle perse.

2° QUARTO

Gara che resta punto a punto, con i padroni di casa che latitano da 3 (1/9), ma che cavalcano la vena di Strahinja Milosevic (10 punti e 6 rimbalzi), e una difesa che porta a 8 le palle perse della Dinamo Sassari. Vincenzo Esposito pesca dalla panchina l’ottima prova di Rashawn Thomas (7 punti), ma si affida troppo al tiro da tre punti (3/16). Ottimo impatto per Jaime Smith , 8 punti, mentre Achille Polonara litiga col ferro (0/3) ma cattura 7 rimbalzi. 39-37 alla pausa lunga.

3° QUARTO

Prima, sostanziosa, svolta alla gara, con la difesa della Dinamo Sassari che concede 19 punti nei primi 5’ al Szoljoki Olaj, cadendo sino a -13. Vola David Vojvoda con 18 punti, 5 rimbalzi e 3 palle rubate, mentre la squadra di Vincenzo Esposito arriva a 15 palle perse, con 4/23 da 3 che cancellano il dominio a rimbalzo (41-30). 64-32 alla penultima sirena.

4° QUARTO

La Dinamo non ha più la forza di opporsi ai padroni di casa. Nonostante la buona prestazione di Jaime Smith il Szolnoki vola con David Vojvoda e Strahinja Milosevic e tocca anche il +18 dando la sensazione di poter chiudere in largo anticipo. Cooley, una tripla di Petteway, e la difesa di Spissu portano sino all’84-74 on 1.22 da giocare, ma è troppo tardi…

Commenta