Varese non pervenuta, Wurzburg domina a Masnago ed è praticamente in finale

Varese non pervenuta, Wurzburg domina a Masnago ed è praticamente in finale

Avramovic e Cain reggono l'urto nel primo quarto poi è dominio totale tedesco. A Masnago gli ex Wucherer e Wells mettono l'ipoteca

Una semifinale d’andata a senso unico. La Openjobmetis Varese non perviene nel primo atto contro il Wurzburg e il 66-89 finale è molto più di un’ipoteca per i tedeschi, in vista della partita di ritorno che si giocherà mercoledì prossimo.

Un centinaio di tifosi tedeschi, ritmi incandescenti, triple e rimbalzi offensivi. Che sarà un mercoledì complicato per Varese lo si capisce già nel primo tempo. Tyler Cain ed Aleksa Avramovic segnano 16 dei 21 punti del primo quarto, ma in casa biancorossa mancano le alternative. Così i cinque punti consecutivi di uno scatenato Jordan Hulls (19 punti e 7/14 dal campo uscendo dalla panchina) permettono la doppia cifra di vantaggio (37-26).

 

Vantaggio che cresce sempre più, toccando anche il ventello con il passare dei minuti del secondo tempo. Cain è per lunghi tratti l’unico in doppia cifra (si aggiungerà Thomas Scrubb nel finale) e l’alibi dell’assenza di Dominique Archie vale in parte. Wurzburg si dimostra indemoniata, tira da lontano con il 42% (13/31 con i piedi oltre l’arco) e l’ex Cameron Wells con 18 punti è dominante anche giocando spalle a canestro. Quattro giocatori in doppia cifra, tifosi in delirio a fine gara. Per Wurzburg la finale è praticamente cosa fatta.

 

 

[pb-game id=” 411969″]

Commenta