L’Europa è la Panacea di Varese, espugnata Groninga per il terzo successo consecutivo

L’Europa è la Panacea di Varese, espugnata Groninga per il terzo successo consecutivo

I biancorossi sudano le proverbiali sette camicie ma riescono a mantenere la vetta solitaria della classifica

Dopo il passo falso di Pistoia in campionato, la Openjobmetis Varese rialza subito la testa in Europa. La vittoria sul campo del Donar Groningen (67-73 per i biancorossi) permette ai ragazzi di Attilio Caja di continuare il percorso netto nella seconda fase di FIBA Europe Cup.

 

Non certo una gara memorabile per Aleksa Avramovic e compagni, che devono sudare le proverbiali sette camicie per tornare dall’Olanda con il terzo successo in altrettante partite giocate. Il motivo? Varese soffre e non poco le fiammate di Lance Jeter (15 punti, pur con 6/16 dal campo) e la continuità Grant Sitton (18 punti, 7/9 dal campo). Così i padroni di casa replicano ad ogni tentativo di allungo biancorosso, vuoi con le due bombe consecutive proprio di Jeter, vuoi con i canestri di Sitton e l’unico canestro dal campo di Drago Pasalic .

 

Ma Groninga è anche squadra che mostra tutti i suoi limiti: 15 palle perse, tiri che spesso non toccano nemmeno il ferro e una rimessa dal fondo dopo aver subito canestro mandata direttamente in tribuna. Per questo Varese non può farsi scappare l’occasione di tenere la vetta della classifica. Thomas Scrubb (14 punti) e Dominique Archie (12 punti) trovano sempre le giuste fiammate e anche Ronald Moore va in doppia cifra. In una serata da sprazzi, dove sono buoni protagonisti anche i panchinari. Senza esaltarsi, ma tenendo la vetta con i motori al minimo.

 

[pb-game id=” 408787″]

Commenta