Fantinelli: Restare fermi una sofferenza. Futuro? Ho contratto con la Fortitudo

Fantinelli: Restare fermi una sofferenza. Futuro? Ho contratto con la Fortitudo

Le parole del giocatore della Fortitudo Bologna: Restare fermi è una sofferenza, più o meno quando si potrà tornare ad allenarsi per tutti sarà come venire fuori da un infortuni

Matteo Fantinelli della Fortitudo Bologna è intervenuto a Settembre.

Queste le sue parole (riprese da Bolognabasket)

“Restare fermi è una sofferenza, più o meno quando si potrà tornare ad allenarsi per tutti sarà come venire fuori da un infortunio. E io ne so qualcosa, in materia, perché mi operai ad inizio giugno dell’anno scorso, poco dopo la promozione della Fortitudo in A1, e toccai la prima palla a metà settembre. In tempo per il campionato, anche se inizialmente non potevo essere al top.

La Fip dice che si riprenderà solo quando potrà esserci il pubblico ed è giusto, a parte il calcio che vive di diritti televisivi e può sopportare anche le porte chiuse, il basket come la pallavolo deve per forza aspettare che torni la gente nei palazzi. Se togli il pubblico al basket la situazione diventerà problematica, ma vogliamo essere ottimisti in merito.

Con la Fortitudo ho un contratto anche per la prossima stagione, penso che verranno ridiscussi tutti perché non so neanche sinceramente se abbiano valenza giuridica. Tuttavia la mia volontà è abbastanza chiara, il rapporto con questa società ed i suoi tifosi del resto è eccezionale”.

Commenta