Fabi monumentale, Latina batte la Leonis Roma per 110-95

Fabi monumentale, Latina batte la Leonis Roma per 110-95

Prova memorabile dell'italoargentino (39 punti con un 8/9 da tre) in una partita spigolosa. A Roma non bastano i ventelli di Hollis e Amici.

La Latina Basket supera l’Eurobasket Roma per 110-95, mantenendo un 3° posto in classifica al termine del girone d’andata che vuol dire partecipazione alla Coppa Italia.

Una partita spigolosa e – al netto dei meriti di un collettivo latinense molto ben oliato – decisa dalla prova offensiva memorabile di Agustin Fabi: 39 punti con un devastante 8/9 dall’arco (10/15 dal campo e 11/12 ai liberi). Decisiva anche l’uscita di scena (per quinto fallo) di Alessandro Amici a metà dell’ultimo quarto, avendo privato i capitolini di un terminale offensivo fondamentale (22 punti con un 13/14 a cronometro fermo). Agli ospiti non è bastata la doppia-doppia di Damian Hollis (29 punti e 14 rimbalzi).

 

La partita

Latina inaugura il match riuscendo in ciò che sa fare meglio: correre e trovare tiri aperti dall’arco. Tre triple di Fabi unite a una di Carlson e di Lawrence contribuiscono al parziale iniziale di 17-8 (-5’18”). Nella seconda metà del quarto, Latina fatica un po’ di più nel trovare la via del canestro, Roma si riavvicina ma, nel finale, viene ricacciata indietro da una bomba di Carlson. La frazione si chiude sul 24-15 Benacquista.

Nel secondo quarto, l’Eurobasket crea parecchi problemi alla difesa di Latina (e strappa molti viaggi in lunetta), in primis con un Hollis ispiratissimo e poi con un Amici estremamente incisivo dopo una prima frazione condizionata dai falli: è suo il gioco da 4 punti che spinge Roma fino al -2 (39-37, -4’17”). I pontini restano a galla – in evidenza un Baldassarre pericoloso sia in post basso che attaccando dal perimetro – e riescono a mantenere il vantaggio fino all’intervallo lungo (54-49) anche perché c’è un Fabi sempre letale dall’arco (19 punti, 5/6 da tre).

Dopo il rientro dagli spogliatoi, Latina impiega 5 minuti pieni per trovare il primo canestro dal campo e la Leonis ne approfitta mettendo la freccia: due canestri consecutivi di Zeisloft inducono coach Gramenzi a chiamare timeout sul 58-61 (-5’24”). La partita – già non contraddistinta da molte cortesie – diventa sempre più spigolosa, oltre che equilibrata nel punteggio. Fra sorpassi e controsorpassi, il terzo quarto si chiude sul 75-76 grazie a una preghiera dall’arco mandata a segno da Infante.

All’inizio dell’ultima frazione, Latina rimette subito il naso avanti anche se l’estrema fisicità del match non le permette di trovare un ritmo offensivo ottimale. A 6’10” dal termine, il quinto fallo di Amici pesa come un macigno sull’Eurobasket e i liberi di Fabi portano i nerazzurri sull’87-81. Dopo un canestro di Piazza per l’87-83, Roma fa una fatica immensa in attacco e non trova più canestro su azione se non durante l’ultimo giro di lancette. L’inerzia del match è tutta da parte latinense, anche se i padroni di casa impiegano parecchio a chiudere i conti: il profumo di vittoria non si sente davvero se non col 2+1 di Allodi (99-89, -1’33”). La partita finisce col successo di Latina per 110-95.

[pb-game id=”404604″]

Commenta