Questa Olimpia Milano è una meraviglia: espugnato il Pireo!

Questa Olimpia Milano è una meraviglia: espugnato il Pireo!

75-99 il finale di una gara dominata nel secondo tempo. E' impresa per la squadra di Pianigiani

Straordinaria, indomita, meravigliosa Olimpia! La squadra di Simone Pianigiani gioca 40′ esemplari al Pireo scrivendo una delle più belle pagine europee della sua storia recente. Un primo tempo letale dall’arco, subendo l’avversario a rimbalzo, ma mettendo le briglie agli esterni Spanoulis e Goss. Quindi una ripresa aggressiva, dominante in difesa, segnata da un Nemanja Nedovic in formato gigante: gara a senso unico. E dopo quattro anni e mezzo il Pireo è griffato Armani. 75-99 il finale. In questa EuroLeague sono due successi su due in trasferta per Milano.

[pb-game id=”388695″]

1° QUARTO
L’Olympiacos mette subito in chiaro le regole nel pitturato: nei primi 7′ i padroni di casa mettono a segno tutti i loro 17 punti con appoggi al ferro, dicendo anche 10-3 a rimbalzo, con 4 offensivi. Olimpia svagata in difesa nel chiudere le vie centrali, ma sveglia in attacco con Vlado Micov, che produce 13 dei primi 18 punti di squadra, e quando James trova tra le gambe il passaggio schiacciato per Gudaitis, Blatt chiama timeout a 2.10 sul 17-20 milanese. Mantzaris suona la sveglia con la prima tripla di squadra e un assist volante per LeDay, Vezenkov fa 5 punti in serie: 26-24 a fine primo quarto. 6 punti e 6 rimbalzi per Milutinov.

2° QUARTO
Kuzminskas parte con 5 punti praticamente in fila, mentre Mantzaris cesella dall’arco la superiorità greca a rimbalzo (17-9 a 6.09 con 7 offensivi). Sono le seconde opzioni a tenere la gara in equilibrio, prima che l’Olimpia, in silenzio, inizi il bombardamento. Jumper di Jerrells, tripla di Bertans, giocata in ingresso di Nedovic, tripla di Della Valle a costringere Blatt al timeout (37-41 a 2.13), infine massimo vantaggio di James dall’arco per il 37-44 a 1.42. 41-44 sulla sirena dopo una tripla mancata da Micov, spettatore nei primi 8′ del quarto.

3° QUARTO
Il terzo quarto del sogno Olimpia nasce male. Antisportivo a Nedovic, area dell’Oly chiusa e 4 punti in fila di Printezis a dire 48-46 a 7.33. Timma e Milutinov allungano sino al 52-48 con 6.06 da giocare. Poi, Nedovic: zingarata, avventura al ferro, assist per il 2+1 di Gudaitis e 2+1 in ingresso. 9 punti del serbo per il 55-58 è scossa, con James a fare 4/4 dalla lunetta, Brooks a colpire in contropiede dopo ottima difesa, e Gudaitis e Jerrells (da 3) per il 57-68 a 1.19 che dice 5-15 di parziale in 5’. Dopo il 2/2 di Gudaitis ecco il massimo vantaggio del 61-73, ma sulla sirena Vezenkov permette il 63-73.

4° QUARTO
Spanoulis non suona la carica, ma manda l’Olympiacos a picco con una persa e un fallo su tiro da tre punti di Nedovic che permette all’Olimpia di arrivare sino al +14 con tripla di Micov a 7.47. L’Olimpia porta in bonus l’avversario dopo 2′, e il capolavoro è servito: appoggio di Tarczewski, canestro in contropiede di Nedovic dopo una rubata, tripla di Mivoc e tripla di James: 69-91 a 3.33 e l’Olimpia espugna il Pireo.

Commenta