L’AX Armani Exchange Milano è pura resilienza: espugnata Gran Canaria all’overtime

L’AX Armani Exchange Milano è pura resilienza: espugnata Gran Canaria all’overtime

Infortunio grave per Arturas Gudaitis, 22 punti all'esordio per James Nunnally

L’AX Armani Exchange Milano perde Arturas Gudaitis, ma a Las Palmas trova una vittoria di puri attributi che rilancia la sua corsa ai playoff di EuroLeague. Una prestazione di orgoglio per gli uomini di Simone Pianigiani, che toccano il -11, perdono il centro lituano a metà del secondo quarto (si sospetta un lungo stop), devono rinunciare dopo pochi istanti a Christian Burns restando con un solo centro, quindi vedono fischiare il quinto fallo a Mike James a metà quarto quarto. Come non bastasse, Eriksson piazza una tripla in corsa per il pareggio a 5’’. Pura resilienza, con Vlado Micov al comando delle operazioni e James Nunnally già braccio armato soprattutto in overtime: Gran Canaria si arrende, è decimo successo in EuroLeague.

[pb-game id=”404955″]

OVERTIME
7 punti di James Nunnally, il tecnico a Garcia, la tripla di Hannah come momento di difficoltà. Ma l’Olimpia Milano tocca il +5 sul 91-96 con 2.53 da giocare e resiste alle ultime insidie spagnole. Il 2/2 dalla lunetta di Kuzminskas a 1.09 è illusione, la tripla di Vlado Micov lo striscione dell’ultimo chilometro, il fallo preso a metà campo da James Nunnally le braccia che si alzano dal manubrio? No, 3/3 con in mezzo la tripla di Tillie. A 6’’, sotto di 2, palla della vittoria per Eriksson, ma la tripla è corta.

4° QUARTO
Ultimi 10’ tiratissimi. 3/3 dalla lunetta di Vene, terza palla persa da Cinciarini, il quinto fallo di Mike James con tecnico annesso. Eppure, 6 punti in serie di Omic, 10 nel secondo tempo a 5.58 di James Nunnally, e Olimpia che tocca il massimo vantaggio sul 75-81 a 5.27 poco prima della cacciata di MJ. La squadra di Simone Pianigiani può scappare, ma a 2.16 dopo due errori di Omic Tillie trova la giocata da tre punti per il 82-85. A 1’ recupero cruciale di Jeff Brooks, Nunnally e Omic sbagliano due rigori, Hannah piazza il -1 a 18’’. 2/2 di Vlado Micov, Marcus Eriksson manca la prima tripla ma sul rimbalzo offensivo arriva una bomba pazzesca in corsa dell’esterno di casa. Official review, il piede sinistro non ha pestato la linea. Ed è pari a 2.6. Overtime. 89-89.

3° QUARTO
Forte trauma distorsivo al ginocchio sinistro per Arturas Gudaitis e problema alla caviglia per Christian Burns. Olimpia Milano in campo con un quintetto con Kuzminskas da “4” e Brooks da “5”, ma la difesa sul perimetro è inesistente. Tripla di Rabaseda, tripla di Hannah, tripla di Tillie, 22 punti di Eriksson: 62-54 per Gran Canaria a 5.02 nonostante le buone prove offensive di James e Micov. Ma nel momento peggiore l’Olimpia prende il comando delle operazioni: 2+1 di Micov, 4/4 di Kuzminskas dalla lunetta e tripla di James Nunnally dopo tecnico a Simone Pianigiani: 67-68 alla penultima sirena. Milano è avanti.

2° QUARTO
Secondo quarto da incubo per l’AX Armani Exchange Milano, nonostante il primo canestro di James Nunnally a 5.14. A 6.50 Arturas Gudaitis lascia il campo in barella per un infortunio al ginocchio sinistro. Il centro lituano aveva appena segnato i 4 punti del sorpasso sul 30-31, con gli spagnoli a non segnare per 3’. Da lì è confusione offensiva, con 4 palle perse (2 di Andrea Cinciarini), e Marcus Eriksson che arriva a 17 punti personali a 2.59 per il 40-37 con 4/5 dall’arco. 46-39 per il massimo vantaggio a fine primo tempo, con Gran Canaria 7/17 da 2 e 7/13 da 3. Olimpia che ne ha 14 da Mike James ma è 10/23 da 2 e 2/6 dall’arco con 6 perse di squadra.

1° QUARTO
Olimpia Milano che parte forte, toccando il 17-6 di massimo vantaggio a 4.28 con Mike James a 12 punti sul 19-9 a 3.48. Qui Gran Canaria, in difficoltà contro la difesa milanese in avvio, si scatena. Cinque giocate in fila da tre punti (2 bombe di Strawberry, una tripla e 3/3 dalla lunetta di Eriksson, tripla di Baez), 12-2 di parziale e 21-21 a 101’’. Sulla sirena ancora Eriksson per il 28-27 con 5/7 dall’arco di squadra.

Quintetto iniziale Gran Canaria: Hannah, Rabaseda, Strawberry, Fischer, Tillie

Commenta