I liberi di James regalano a Milano il terzo successo in Eurolega, Khimki battuto 81-80

Courtesy of Getty Images

Courtesy of Getty Images

Shved sbaglia il tiro vittoria sulla sirena e l'Olimpia festeggia la terza vittoria in coppa, 25 punti per Mike James

Torna l’EuroLeague al Forum di Assago, l’Olimpia Milano (priva di Nedovic) ospita in casa i Russi di Shved e Jenkins.

Buon inizio per la squadra ospite, Shved si sblocca subito e con Bost-Thomas sono i Russi ad essere avanti, 6-4 dopo il canestro sulla sirena dei 24 di Brooks. Milano è precisa dalla lunetta, il Khimki lo è però dalla distanza e l’ex Jenkins segna per il +4, con pronta risposta dall’altra parte grazie a Micov. Shved va a segno dopo un paio di errori (già 8 punti per lui), l’Olimpia fa girar bene palla e torna in vantaggio, 16-15 con James e la schiacciata di Tarczewski. Bost con due canestri in fila prende per mano l’attacco Russo, Gudaitis mette in difficoltà la difesa avversaria e grazie al lavoro a rimbalzo è l’AX a chiudere avanti dopo 10 minuti, 23-20.
Mickey schiaccia facendosi strada a rimbalzo d’attacco, si ripete poco dopo in contropiede e la tripla successiva di Markovic convince coach Pianigiani a fermare il gioco, con 7-0 aperto in favore del Khimki dopo i primi 3 minuti del secondo periodo. Al rientro in campo è Mike James a sbloccare lo score per Milano, la difesa però perde Mickey sul cambio e con la tripla di Crocker la squadra in maglia blu raggiunge i due possessi di vantaggio, 32-26 al 15’. Della Valle ruba e conduce il contropiede, i Lituani collezionano 5 punti in fila ma non basta contro un Mickey vera spina nel fianco per la difesa di Pianigiani: 14 punti nel quarto e +7 ospite. L’AX continua a puntare sulla stazza dei suoi lunghi, Bost non sbaglia nulla e dopo la tripla di Bertans tocca a Shved raggiungere la doppia cifra personale. L’ultima occasione di Milano si tramuta in palla persa e l’Olimpia va nello spogliatoio sotto 39-45.

La schiacciata di Gudaitis, l’arresto e tiro di Micov ed il 2+1 di James riportano l’Olimpia sul -1 nei primi possessi del secondo tempo. Il pareggio, dopo i liberi di Shved, è merito della tripla di Bertans, sul 49-49 al minuto 23 del match. Mickey torna in campo ed è una brutta notizia per i padroni di casa, James manda Gudaitis a schiacciare in piena comodità ma con i punti dalla lunetta i Russi restano avanti, +3 a metà quarto. Un antisportivo guadagnato dal centrone Lituano produce 5 punti ed il sorpasso Milanese, che passa ancora una volta per le mani di Bertans. Bost torna a segnare dall’arco, James risponde e con un super-assist innesca ancora una volta il Lettone: 62-57 per l’AX e timeout in campo. Gli sforzi difensivi di Cinciarini ed un tecnico a coach Bartzokas non vengono concretizzati in attacco, con l’infrazione di metà campo. Milano recupera però un altro pallone, il capitano non sbaglia il piazzato dalla lunetta ma dall’altra parte è il solito Mickey che prova a guidare la rimonta della squadra di Mosca. La pressione difensiva di casa produce un altro recupero, Bertans va a segno anche da sotto e Milano chiude avanti a fine terzo quarto 66-62.

 

Il Khimki continua a cavalcare l’ottima serata di Mickey, gli errori si susseguono in campo e dopo 3 minuti di nulla assoluto è ancora l’ala di Mosca a segnare, per il 66 pari prima e per il nuovo vantaggio Russo poco dopo. Kuzminskas sblocca Milano e fa esplodere il Forum, Shved torna a segnare e dopo il minuto di sospensione è Mike James a realizzare il 71-70 del 36’. Il Khimki butta via il pallone, Micov parte in transizione e serve al play ex Pana la giocata da 3 punti per un importante +4 Olimpia. L’AX colleziona un altro recupero, è sfortunata con almeno 2 conclusioni sputate dal ferro ma lotta a rimbalzo d’attacco, conservando di pura voglia il possesso. James butta via il pallone, Monia non perdona ed un’altra persa Milano permette a Shved di riportare avanti i suoi, con 90 secondi da giocare. La stella Russa risponde al tap-in di Kuzminskas, il play di Milano è perfetto ai liberi ma Monia dalla spazzatura segna la tripla del +2, a 20 secondi dal termine. James guadagna fallo sul tiro da 3 con 3.3 secondi da giocare: dentro il primo, dentro il secondo e buono anche il terzo 81-80 ed ovvio timeout sul parquet. Shved sbaglia il tiro della vittoria sulla sirena, Milano trionfa ed è terzo successo in EuroLeague!

Commenta