La profezia di Banchi non viene accolta: è Kuban a spazzare via la Reyer Venezia

La profezia di Banchi non viene accolta: è Kuban a spazzare via la Reyer Venezia

77-63 il finale, Venezia ancora a quota zero successi

Il Lokomotiv Kuban di Luca Banchi non viene spazzato via dalla Reyer Venezia. Anzi. Nel suo confronto con i campioni d’Italia il coach di Grosseto conquista la sua prima vittoria in EuroCup. Niente da fare per gli uomini di Walter De Raffaele, condannati dalle percentuali al tiro e dalle palle perse.

77-63 il finale, Venezia ancora a quota zero successi.

4° QUARTO

Subito canestro di Cummings e Kuban tocca il +10 e scappa via. Dopo poco più di 5’del quarto quarto Venezia che ha 3/14 da 3, dato non a norma per la squadra di De Raffaele nei tiri tentati come in quelli realizzati. Un dimezzamento che non garantisce soluzioni per chi perde 15 palloni e si ritrova sotto 38-21 a rimbalzo, 11 offensivi per gli avversari. Arriva il +15 a 4′ dalla sirena, gara chiusa.

3° QUARTO

Prova a fuggire Kuban con il +12 dopo una schiacciata di Dekker a 6.51. Bramos segna la prima tripla di squadra, la terza in assoluto, nel secondo tempo e Venezia prova a rientrare, ma una tripla di Mantas Kalnietis sulla sirena dice 56-48 a fine terzo quarto.

2° QUARTO

38-31 a fine primo tempo. 10 punti per Dekker per i padroni di casa, con 19-14 a rimbalzo. Per Venezia 2/9 da 3, 8 punti e 4 rimbalzi da un buon Austin Daye, 9 punti e 3 rimbalzi per Mitchell Watt, 8 palle perse.

1° QUARTO

19-14 per i padroni di casa che hanno 5 punti da Dekker, O’Bryant e Cummings. Per Venezia pesano le 4 palle perse e lo 0/5 da 3. 4 punti per Stefano Tonut.

Commenta