Egidio Bianchi sul caso Avellino: Lavoriamo a norme più incisive

Egidio Bianchi sul caso Avellino: Lavoriamo a norme più incisive

Il presidente di Legabasket: Serve una soluzione in tempi brevi. Soprattutto per avere un quadro molto chiaro delle squadre che parteciperanno alla prossima Final Eight

Egidio Bianchi, presidente di Legabasket, analizza la situazione della Sidigas Avellino dalle colonne de Il Mattino: «Serve una soluzione in tempi brevi. Soprattutto per avere un quadro molto chiaro delle squadre che parteciperanno alla prossima Final Eight. Non vogliamo possano essere falsati i roster presenti. In più è già attivo il ticketing da tempo, quindi chi acquista il biglietto deve sapere quali squadre prenderanno parte alla manifestazione».

La posizione è quindi di attesa: «In settimana De Cesare si presenterà a Roma per una deposizione, vedremo se il caso finirà lì o ci sarà un giudizio ed ulteriori strascichi. In ogni caso il massimo rappresentante di Avellino si è reso disponibile ad ulteriori incontri in Lega, dicendo che verranno rispettate le prossime scadenze».

Il caso Patric Young porta a nuove riflessioni regolamentari: «Ci stiamo lavorando. Nell’ultima assemblea del 6 dicembre abbiamo previsto un progetto di autoregolamentazione della Lega che si affianchi alle regole previste dalla Fip e vadano nella direzione di essere più incisive. Progetto partito e da chiudere l’articolato delle norme entro il 31 gennaio».

Commenta