Egidio Bianchi: Non sono in grado di valutare cosa farà la Fip. Da Torino condotta incompatibile

Egidio Bianchi: Non sono in grado di valutare cosa farà la Fip. Da Torino condotta incompatibile

L'intervento del presidente di LBA su La Stampa: La logica vuole che questo finale di campionato venga preservato, perchè la Fiat Torino ha sempre dato il meglio in campo

Il quotidiano di Torino La Stampa riporta un interessante intervento di Egidio Bianchi, presidente di LBA, in merito all’esclusione di Fiat Torino. Ecco alcuni passaggi salienti:

«Non sono in grado di valutare cosa farà la Fip. Se metterà il caso all’ordine del giorno nel prossimo Consiglio Federale (10 maggio, ndr) o se si andrà a metà luglio o se ancora ci sarà un Consiglio Straordinario».

«La logica vuole che questo finale di campionato venga preservato, perchè la Fiat Torino ha sempre dato il meglio in campo».

«Non esiste una norma specifica (…) ma all’interno dello statuto di Legabasket si fa riferimento a “condotta incompatibile alla permanenza nella Lega”».

«Una condotta incompatibile a livello etico, di fronte ad un soggetto (Dmitry Gerasimenko, ndr) che rappresenta una soluzione che è stata ricercata dal club, come ha detto l’ad Feira, in assenza di altre soluzioni disponibili».

«La soluzione è stata quella di rendere socio chi (…) nell’ambito della stessa stagione sportiva, aveva lasciato un altra società, Cantù, in una situazione complessa».

Commenta