Effetto PalaDozza: la Virtus Bologna batte Varese 87-80 e resta prima in classifica

Effetto PalaDozza: la Virtus Bologna batte Varese 87-80 e resta prima in classifica

Il PalaDozza è un fortino per la Virtus Bologna, battuta Varese 87-80

Tris al PalaDozza per la Virtus Bologna di Coach Djordjevic che vince 87-80 contro una mai doma Varese e resta in testa alla classifica a punteggio pieno. Una partita sempre in equilibrio, senza strappi eclatanti, i padroni di casa hanno provato diverse volte la fuga ma la squadra di coach Caja si è sempre mantenuta a distanza ravvicinata grazie al tiro dalla lunga distanza. Sugli scudi Markovic e Ricci per le Vu Nere, tra le fila varesine brilla il solito Mayo.

Palla a due vinta da Varese e primi due punti della partita messi a referto da Vene. Un po’impacciata la Virtus nei minuti iniziali, in attacco fatica a trovare la via del canestro e gli ospiti vanno 0-4 dopo l’appoggio di Mayo. Gaines va in lunetta in seguito ad un fallo subito su tiro da tre punti e due li mette a bersaglio, poi Markovic intercetta un passaggio di Tambone lanciando Weems che in campo aperto fa 4-4. Mayo e Markovic si rispondono dall’arco, il 14 in maglia biancorossa è veramente scatenato e Varese passa in vantaggio 9-12. Milos entra in campo e subito con un passaggio no-look serve Gamble che realizza con “and one”. Il match prosegue in equilibrio, Mayo tocca quota 13 a fine periodo ed il tabellone dice 21-22 dopo i primi 10’. 

 

Cournooh dalla lunga distanza apre le danze nella seconda frazione di gioco portando i suoi davanti 24-22. Le due squadre restano inchiodate per diversi minuti e Djordjevic decide di chiamare time out. Il solito Mayo prima alza per la schiacciata di Simmons, poi spara la sua quarta tripla personale ed è 25-27. Nell’altra metà campo Teodosic risponde con lo stesso calibro, Gamble corregge l’appoggio del suo playmaker e scrive 30-27 al giro di boa. Bologna prova a prendere il largo salendo a +7 (36-29) ma la Openjobmetis torna a contatto grazie al canestro di Simmons da sotto ed una “bomba” di Mayo. Ricci centra il bersaglio da fuori, Milos fa 1/2 dalla lunetta. Il secondo periodo si chiude 40-34 a favore della squadra di casa. 

 

Avvio positivo della Virtus Bologna che allarga la forbice, ma Varese è brava a ricucire sempre i break avversari. Nel terzo periodo si segna poco, le due squadre sbagliano molti tiri dal campo. Bologna conduce 49-44, quando Pajola realizza da fuori e Natali risponde infilando una tripla con fallo aggiuntivo (52-48). Mayo è una macchina, con 5 punti consecutivi firma lui il sorpasso esterno sul 54-55 quando mancano 8” alla terza sirena. Milos dalla linea della carità ristabilisce il vantaggio per la squadra di Djordjevic: 57-55. 

 

Ricci apre l’ultimo quarto con una “bomba” (60-55) e Clark gli serve subito pan per focaccia. Markovic attacca due volte il ferro e realizza da vicino portando i bianconeri sul +6 (64-58) quando mancano 7′ al termine. Ricci rincara la dose con un’altra tripla, ma ancora Clark come in precedenza pareggia i conti. Gaines dall’angolo ha spazio e realizza, Markovic in contropiede appoggia il +9 (72-63) a metà dell’ultima frazione. Varese con qualche tripla torna a soli 3 punti di distanza sul 74-71, Hunter decide che è il momento migliore per farsi sentire e realizza con fallo di Mayo, che commette il suo quinto. Sul 78-73, Jakovics manda a bersaglio l’ennesima tripla per i suoi in questo quarto scrivendo 78-76. Bologna piazza un break fulmineo di 6-0 che di fatto le consegna la partita. La tripla di Teodosic chiude definitivamente i giochi

 

Commenta