E’ Cameron Young il sesto straniero dell’Acqua S.Bernardo

Acqua S.Bernardo Pallacanestro Cantù è lieta di comunicare l’ingaggio dell’atleta statunitense Cameron Young

Acqua S.Bernardo Pallacanestro Cantù è lieta di comunicare l’ingaggio dell’atleta
statunitense Cameron Young, guardia tiratrice di 198 centimetri per 93 chili. Nato il
24 marzo del 1996 a Inglewood, in California, Young è reduce da un triennio molto
positivo con la maglia dei Qunnipiac Bobcats, università privata situata nel
Connecticut partecipante al campionato di NCAA Divison I.
LA SCHEDA
Esterno dotato di una struttura fisica importante che gli consente di essere solido e
affidabile anche a rimbalzo, Young è in grado di occupare indistintamente sia la
posizione di guardia, sia la posizione di ala piccola. Giocatore che ama prendersi tante
responsabilità offensive, il californiano è dotato di un ottimo tiro da oltre l’arco ma
può essere pericoloso anche in avvicinamento.
LA CARRIERA
Dopo la Westchester High School di Los Angeles, Young si iscrive all’Arizona Western
College di Yuma, che frequenta dal 2014 al 2016, prima di passare alla già citata
Quinnipiac University. Con i Bobcats spicca il volo a partire dalla seconda stagione
(2017-’18), chiusa a oltre 18 punti di media, con quasi 7 rimbalzi e 3 assist ad incontro.
Al suo terzo e ultimo anno nel Connecticut riesce a fare ancora meglio, passando dal
30% da tre della stagione precedente a uno sbalorditivo 44%, figlio di 104 triple a
bersaglio su 238 tentate. Archivia l’annata 2018-’19 con 23.5 punti, 5.1 rimbalzi e 1.9
assist di media in 31 incontri disputati, con un picco da 55 punti in una singola partita,
top raggiunto in un match contro Siena College, in cui Young mette a referto anche
10 rimbalzi catturati. I cinquantacinque punti realizzati dal neo giocatore canturino
sono tutt’ora record in NCAA: si tratta, infatti, della terza miglior performance degli
ultimi 20 anni, oltre che la migliore in assoluto della stagione 2018-’19.
«Diamo un caloroso benvenuto a Cameron – ha commentato l’head coach di
Pallacanestro Cantù, Cesare Pancotto -, un altro rookie interessante che va a
completare il nostro roster. Di lui ci piacciono l’energia, la taglia fisica e la pericolosità
offensiva. Con questo innesto ribadiamo la nostra volontà di puntare su una squadra
giovane, con potenzialità e capacità di crescita».

Commenta