Dyson regala i due punti a Roma in un finale rocambolesco, Cantù battuta a domicilio 74-76

Dyson regala i due punti a Roma in un finale rocambolesco, Cantù battuta a domicilio 74-76

Wes Clark parte 0/8 ma poi è decisivo nel pazzesco recupero di Cantù, per Roma Jefferson e Dyson (autore del canestro decisivo) salgono di colpi dopo l'intervallo e portano Roma a 8 punti

DESIO- Cantù e Roma appaiate a quota 6 si sfidano al PalaDesio in uno scontro chiave per valutare le ambizioni delle due compagini. Il grande ex è Davon Jefferson che sfiderà, sotto canestro, Kevarrius Hayes trascinatore dei brianzoli nella fresca vittoria contro Cremona. Pillola statistica: le due squadre sono tra le peggiori del campionato per quanto riguarda il rapporto assist/palle perse.

Out Roberto Rullo per Roma mentre per Cantù è a referto Wes Clark

 

Palla a due ore 17:00.

 

Quintetti
Acqua S.Bernardo Cantù:
Clark, Young, Pecchia, Wilson, Hayes
Virtus Roma:
Dyson, Kyzlink, Alibegovic, Burford, Jefferson

I QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 19–23 Virtus Roma
Solito inizio deciso di Pecchia che appoggia al vetro dopo il canestro di Jefferson. Non si segna mai dalla lunga distanza ma entrambe le squadre sono attive a rimbalzo offensivo con Roma che prova ad allungare sul 4-8 a metà periodo. Servono i “4” per sbloccare la complicata situazione dietro l’arco: Burford e Wilson centrano il bersaglio pesante per il 9-14. Collins impatta positivamente dalla panchina ma Kyzlink tiene Cantù a debita distanza nel finale di quarto.

II QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 47–40 Virtus Roma

Pazzesco inizio di Alessandro Simioni che, con due tiri piazzati, contribuisce all’inusuale bottino di punti dalla panchina per i padroni di casa; Collins e La Torre non sbagliano dalla lunga e Cantù passa in vantaggio sul 30-29. Si inverte la tendenza, ora da tre si segna eccome: altro timeout di Bucchi che vede l’energia dei suoi calare notevolmente. La pausa è servita a Roma che torna ad affidarsi alle sue certezze ed accorcia sul -1. Nel finale Pancotto abbassa sapientemente il quintetto e Burnell, con 6 punti filati di pura energia, riporta Cantù al massimo vantaggio della serata sul 47-40.

III QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 60–64 Virtus Roma

Parte benissimo Roma con 9 punti nei primi tre minuti, per Cantù solo Young, che torna a trovare punti in isolamento, a realizzare. Alibegovic e Dyson sono i protagonisti di un avvio incredibile degli ospiti a testimonianza di quanto faccia bene a questa squadra riprendere fiato durante le pause, è 53-58. Jefferson segue i suoi compagni e sale di colpi mentre coach Pancotto prova a ricorrere nuovamente alla ‘small ball’. Da segnalare, nel finale di quarto, il primo canestro di Wes Clark dopo 8 tentativi falliti.

IV QUARTO: Acqua S.Bernardo Cantù 74–76 Virtus Roma

Momento di confusione totale offensiva dei padroni di casa che più volte si è ripetuto questa stagione all’inizio dell’ultima frazione, gli ospiti ne approfittano portandosi sul 60-69. L’inerzia è completamente dalla parte di Roma con Cantù che si muove da quota ‘60’ solo dopo 4 minuti dall’inizio del quarto. Pecchia prova a dare una scossa in entrambi i lati del campo e Clark tiene vive le speranze dalla lunga distanza, è 69-74. Wes Clark, dopo essere stato il peggiore dei suoi per tre quarti, segna un’altra tripla e l’agonismo di Pecchia torna a fare la differenza per un insperato pareggio a 30 secondi dal termine. Dyson decide di attaccare il ferro in quella che potrebbe essere l’ultima azione offensiva degli ospiti ed il risultato gli dà ragione: 74-76 dopo il suo appoggio. Wes Clark prova ad impattare ma prima Jefferson, poi il ferro regalano i due punti alla Virtus Roma.

 

[pb-game id=”420194″]

Commenta