Draymond Green: Quando le scelte al draft giocano male per i media è sempre colpa dei giocatori

Draymond Green: Quando le scelte al draft giocano male per i media è sempre colpa dei giocatori

Green difende i giocatori che tradiscono le aspettative dopo essere stati scelti al draft: La stampa distrugge i giocatori ma non fa lo stesso con le franchigie perché deve proteggersi per il futuro

Draymond Green si è chiesto come mai ad essere criticati siano sempre i giocatori e quasi mai le squadre che li scelgono quando si tratta di giocatori che vengono selezionati molto in alto nel draft salvo poi tradire le aspettative.

“Perché la stampa è amica delle squadre e vuole avere da loro tutti i possibili accessi. Quindi la stampa distrugge i giocatori ma non fa lo stesso con le franchigie perché deve proteggersi per il futuro. Nessuno protegge questi giovani giocatori. E nessuno parla delle varie franchigie. E’ sempre colpa del giocatore che non riesce a giocare all’altezza anche se sono giovani. Fino a quando non sono fuori dalla lega e si passa al prossimo. Questo è il mio pensiero. Quindi nessun giornalista di Phoenix parlerà male dei Suns (Green parla del caso di Marquese Chriss). Ma siamo onesti. Quando era lì, la franchigia era terribile. Tutto andava male. Ma lui era il capro espiatorio, era il problema. Poi se ne è andato e la situazione a Phoenix è rimasta la stessa. Questo è il mio pensiero”.

Fonte: ESPN.

Commenta