Dominio Vanoli, la Virtus cade a Cremona, espulso Teodosic

Dominio Vanoli, la Virtus cade a Cremona, espulso Teodosic

Vanoli sempre in vantaggio, Stojanovic cancella Teodosic, +20 a rimbalzo

Vanoli Cremona – Segafredo Virtus Bologna: 78-66

Cade la Virtus; ci è voluta la grande determinazione della Vanoli, priva di Diener e Mathews, ma con enorme volontà in difesa e a rimbalzo (+20).

La Virtus paga un approccio di gara inadeguato, e la scarsissima vena nel tiro dalla lunga di distanza, oltre alla clamorosa inferiorità a rimbalzo, concedendone ben 22 offensivi agli avversari.

Saunders, trascinatore dei suoi con i suoi 25 punti.

Espulso Teodosic nel terzo quarto, per somma di falli tecnici, entrambi sanzionati per proteste.

1° QUARTO

Sette punti di Saunders consentono alla Vanoli il vantaggio del quinto minuto: 11-10.

Al 6’, coach Djordjevic si affida a Teodosic, ma l’impatto dell’asso serbo risulta nullo: i biancoblù sono ermetici in fase difensiva ed incrementano il vantaggio. 17-10 al 7’, time-out Virtus.

Anche il time-out si rivela sterile: la Vanoli sul 21-10.

All’8’ la Virtus interrompe l’emorragia: 21-12. Ma pesa lo 0/7 dall’arco.

La tripla (prima della partita) di De Vico sulla prima sirena fissa il parziale del 10’: 26-14.

2° QUARTO

Dopo avere confezionato uno 0/4 al tiro (difesa serratissima di Stojanovic su di lui), Teodosic sale in cattedra in qualità di rifinitore: innesca Hunter, inducendo il parziale di 0-4 che riavvicina la Virtus: 26-18 al 12’. Time-out Sacchetti.

Dopo il centro di Akele dalla media, cinque in fila di Gaines, all’esito di azioni corali magistrali: 32-23 al 14’.

Akele si ripete dall’arco: 35-23. Time-out Djordjevic.

Fallo tecnico sanzionato per proteste a Teodosic. 41-25 al 17’.

Cinque punti di Gamble riportano sotto i suoi: 41-30.

Il macroscopico palming di Gaines non sanzionato dagli arbitri, induce la perentoria quanto composta rimostranza di coach Sacchetti.

Primo canestro di Teodosic, nell’unica circostanza in cui il controllore Stojanovic rimane tagliato fuori dalla marcatura. 44-33 al 18’; time-out Sacchetti.

Sulla sirena, Saunders realizza dalla media il suo 15° punto, per il 46-34 che accompagna le squadre negli spogliatoi.

La determinazione messa in campo in questo primo tempo, ha consentito alla Vanoli di prevalere a rimbalzo e di abbassare le percentuali di realizzazione della Virtus, sempre, tuttavia, pronta ad approfittare dei rari spazi concessi dalla difesa di casa, solo uno di Stojanovic a favore di Teodosic.

3° QUARTO

Tripla di Ricci (3/17 di squadra), ad aprire la ripresa, a cui risponde il solito Saunders. 48-37 al 21’.

Al 33’, secondo fallo tecnico, ancora per proteste, sanzionato a Teodosic, che ne determina l’espulsione (reticenza ad allontanarsi dal tunnel degli spogliatoi). 58-47.

Quarto fallo sanzionato a Happ. Anche Sobin gravato di quattro falli; Vanoli in campo senza centro di ruolo.

Saunders fallisce il terzo centro sulla sirena, fallendo un appoggio elementare in sotto mano: 60-52 al 30’.

4° QUARTO

Attimo di smarrimento per la difesa di casa; la Virtus si avvicina pericolosamente: 60-56 al 32’.

De Vico riallunga dalla lunetta (6/6 per lui): 68-61.

Markovic fa 0/6 da tre. Saunders sigla da centro area il 70-61 del 35’. Time-out Djordjevic.

Doppio fallo tecnico sanzionato prima a Weems, poi a Djordjevic, revocato a quest’ultimo.

Ruzzier in lunetta: 73-63 al 37’.

Saunders in lunetta per fallo da Markovic: 75-63.

Ancora Saunders in lunetta; raggiunge quota 24. 77-64.

Spazio per l’esordio in campionato del sedicenne nipote del presidente Aldo Vanoli, Giacomo Zanotti.

Finisce 78-66.

[pb-game id=”420222″]

 

Commenta