Doc Rivers: Non ci interessa dove, quando, come e perchè, vogliamo lottare per il titolo

I Clippers prima della sospensione erano secondi ad Ovest con 44 vittorie in 64 partite

Doc Rivers, coach dei Los Angeles Clippers, non vede l’ora di tornare in campo per dare l’assalto al titolo.

Parlando con the Athletic, Doc spiega che il team aveva iniziato ad ingranare nelle ultime 10 partite, con George e Leonard finalmente in ritmo. E diverse possibilità ancora inesplorate, come un lineup small con Morris o Green da 5, e una second unit tutta da scoprire, rinvigorita dall’arrivo di Reggie Jackson.

Poi la pausa, con tutto ciò che ne consegue.

“Sto cercando di far capire ai miei ragazzi due cose. La prima è che i nostri obiettivi non sono cambiati. La seconda è che la situazione attuale non potrà diventare una giustificazione ad una nostra eventuale sconfitta nel caso in cui la stagione  dovesse riprendere. Dobbiamo essere mentalmente pronti a qualsiasi cosa, anche le più strane tipo un torneo simile a quello NCAA, o a mini-serie da tre partite. Dobbiamo essere preparati, siamo tutti sulla stessa barca. la frase che usiamo è ‘Vinci l’attesa’”.

Sulla possibilità di tornare in campo:”La mia opinione è che pur di combattere per i nostri obiettivi saremmo pronti a giocare in qualsiasi posto. Non ci interessa dove, quando, come e perchè, vogliamo lottare per il titolo”.

 

Fonte: The Athletic.

Commenta