Djordjevic: Non abbiamo ancora fatto vedere tutte le nostre potenzialità

Il coach della Virtus Bologna presenta la sfida contro Reggio Emilia

Bologna, 2 novembre – Le parole del Coach prima della gara di Reggio Emilia:
“Niente di nuovo da segnalare, se non un problema di umidità presente sul parquet
nell’allenamento di ieri, che comunque ora abbiamo risolto. Domani giochiamo contro Reggio, per
noi rappresenta la partita più importante della stagione, così come lo sono le partite in trasferta;
sarà importante proseguire il nostro cammino con la consapevolezza di quello che stiamo facendo,
nonostante non abbiamo ancora fatto niente. Siamo solo all’inizio del campionato e nonostante i
risultati non abbiamo ancora fatto vedere tutte le nostre potenzialità.  Tutta la nostra
concentrazione sarà riposta nella partita di domani, Reggio è una buona squadra, hanno fatto un
ottima campagna acquisti e hanno aggiunto esperienza dal punto di vista del playmaking. Sono
profondi, atletici e ben allenati da Coach Buscaglia, non sono sorpreso dal loro rendimento, hanno
tutte le carte in regola per essere dove sono; domani affronteremo i nostri avversari con grande
rispetto e attenzione. Weems sarà disponibile, Cournooh si è allenato ieri e spero che possa essere
disponibile per la trasferta di domani perché abbiamo bisogno della sua energia e della sua
presenza in campo.
Coach Buscaglia ha ottenuto eccellenti risultati con le squadre grazie al loro difensivo, inoltre
dovremo fare attenzione alla loro pericolosità in campo aperto. Stiamo alzando la qualità fisica
della difesa, in partita non devono esserci scuse perché l’impatto fisico è la chiave per fare bene sul
lungo periodo, ma per fare ciò abbiamo necessità di lavorare quotidianamente; da parte nostra
serve la voglia di sacrificarsi. Prima della partita non posso dire se giocare ogni 2 giorni sia un
problema, lo dirò dopo aver giocato, ma abbiamo fatto la preparazione apposta per questi tipi di
impegni. Guardo sempre il lato positivo delle cose, poi alle 4 di mattina mi sveglio cercando
soluzioni nelle cose che mi sono piaciute di meno. Delia deve ritrovare la forma fisica, prima dei
Mondiali ha lavorato tanto con la Nazionale, sta dando tanto in allenamento. Sono soddisfatto
degli allenamenti della squadra, ho sempre pensato che come ti alleni così giochi; i cali di energia
in partita sono dovuti a qualcosa capitato in settimana. In questo momento mi piace l’intensità, e
l’acquisizione degli automatismi da parte dei giocatori. Cambiare orario delle partite non aiuta, né
i tifosi né le squadre, perché cambiare non aiuta nella continuità e nella preparazione fisica dei
giocatori. Personalmente, giocherei sempre di sera”.

Fonte: Ufficio stampa Virtus Bologna.

Commenta