Djordjevic: È una sfida lunga 80 minuti. Non è finita

Djordjevic: È una sfida lunga 80 minuti. Non è finita

Il coach commenta il KO di Nanterre

Nella sala stampa del Palais Maurice Thorez, il coach di Virtus Segafredo Aleksandar Djordjevic ha analizzato la partita d’andata in casa del Nanterre 92, appena terminata.

“Di fronte avevamo una squadra molto fisica, alla fine abbiamo perso con un divario di otto punti, sbagliando anche alcuni tri facili. Sapevamo che avremmo giocato su un campo difficile, contro una squadra che gioca insieme, collaudata, che sa trovare buoni tiri. Abbiamo tenuto in quanto a fisicità, ma loro si sono guadagnati tanti rimbalzi offensivi, e qui dobbiamo migliorare, concederne meno. Alcuni dei nostri giocatori hanno avuto momenti bui, e questo è da rivedere. Ma questa sera ci è mancato molto Kelvin Martin, ci sono mancati la sua fisicità e il suo atletismo”.

Il primo round è andato dunque ai francesi, ma il match è ancora aperto. E la seconda ed ultima parte si giocherà al PalaDozza.

“Per partite come questa servono a volte una grande esperienza, a volte una grande voglia. Oggi il Nanterre ha avuto dalla sua il pubblico, ma sono sicuro che a piazza Azzarita ci saranno i nostri tifosi a riempire il palazzo, ci aiuteranno e noi saremo più precisi. La partita dura ottanta minuti, non è finita”.

Fonte: Ufficio stampa Virtus Bologna.

Commenta