David Blatt: Sto scrivendo un libro. Potrei fare ancora il dirigente

David Blatt: Sto scrivendo un libro. Potrei fare ancora il dirigente

David Blatt e il suo passato: In Nba la partita più importante si gioca fuori dal campo

David Blatt, di recente uscito dal Front Office dei Knicks dopo l’addio di inizio stagione all’Olympiacos, si è raccontato a Eurohoops. Ecco alcuni passaggi della sua intervista:

SULLA STAGIONE 2014 AL MACCABI TEL AVIV

«Non importa come parti, ma come finisci. Pianificare e sviluppare. Quello che successe con quella squadra: finimmo come una squadra di livello top».

SUL SALTO IN NBA

«Ho imparato che una partita NBA è ben diversa da una partita in Europa. E che fuori dal campo si gioca una partita ben più importante e decisiva. Ho dovuto cambiare modo di laborare, diventare improvvisamente squadra da titolo non è forse stata la cosa migliore per me, ma se mi guardo indietro, ho allenato uno dei migliori giocatori del mondo, ho costruito una squadra da titolo, e alla fine ho anche un anello. Non è male».

SUL PASSAGGIO DA DIRIGENTE A NEW YORK

«Non è stata la fase più importante della mia carriera, ma visti i problemi di salute che mi hanno costretto a lasciare la panchina è stata la scelta giusta da fare. Ora non so se quello sia il mio ruolo, ma l’esperienza è stata importante e positiva».

SUL FUTURO

«Sto scrivendo un libro e preparando un corso online su leadership in ogni campo. Valuto anche la possibilità di lavorare in tv. Non abbandono neanche la possibilità di una carriera dirigenziale».

Commenta