NanoPress

Una grande Milano combatte ad armi pari con il Cska, ma alla fine ride De Colo

Una grande Milano combatte ad armi pari con il Cska, ma alla fine ride De Colo

Olimpia avanti anche di 14 punti, poi il rientro dei moscoviti e alla fine sono i dettagli a premiare Itoudis

Una grande Milano combatte ad armi pari con il Cska ed esce tra gli applausi del Medionalum Forum. La squadra di Simone Pianigiani, ancora privo di Nemanja Nedovic, gioca un terzo quarto mostruoso toccando anche il -14, e dopo il parziale di 21-4 che riporta avanti gli uomini di Itoudis, è ancora una tripla di James a mantenere l’80-80 con 2.15 da giocare. Poi, con il calare delle forze per una rotazione ridotta all’osso, una persa di Micov, e una stoppata di Hines sullo stesso numero 2, vanificano la speranza, ma non cancellano l’impresa.

AX ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO – CSKA MOSCA 85-90

1° QUARTO
Olimpia che ha bisogno del sostegno del suo pubblico per entrare in partita, con i 5 punti di Clyburn che valgono lo 0-7 a 7.45. Ma quando Tarczewski suona la carica sotto il ferro, James e Micov seguono l’esempio, e con il Chacho e Higgins a guardare arriva un 13-5 di parziale che vale il sorpasso con Mike James a 3.11 (13-2, prima tripla casalinga per Bertans a 3.46). Con anche Hines in campo l’Ax regge il contatto, e con una tripla di James e un appoggio di Gudaitis è 21-16 a fine primo quarto.

2° QUARTO
Olimpia che fatica nei primi 5′ contro la difesa dura del Cska, pur servendo con continuità Gudaitis sotto il ferro, per 8 punti anche con lo 0/3 iniziale dalla lunetta. Higgins e Clyburn sono gli ispiratori della grande pressione sul perimetro che manda in difficoltà James, e a 4.09 Simone Pianigiani deve chiamare timeout dopo la tripla del Chacho che vale il 7-0 di parziale il 29-36. L’uscita dal timeout è veemente: 10-2 di parziale con due triple di Bertans e due appoggi di Gudaitis, con il lituano a stoppare anche il Chacho a 1.30. 41-40 a fine primo tempo, 12 punti per Gudaitis.

3° QUARTO
Milano vive uno dei quarti più esaltanti della sua recente storia europea. Vlado Micov lancia il segnale con 10 punti praticamente in fila (due triple), e una schiacciata di Tarczewski costringe Itoudis a chiamare timeout sul 56-45 con 5.18 da giocare. Ma gli ospiti non trovano la quadra, Mike James alza la pressione difensiva con due recuperi, una tripla di Dairis Bertans allunga il massimo vantaggio al 60-48 con 4.29 da giocare, e se le triple di Nando De Colo e Will Clyburn provano a scuotere l’armata rossa, a 3.20 è 64-51 con un’altra schiacciata di Tarczewski. E qui l’Olimpia, con Jerrells e Kuzminskas in campo, rallenta, incassando un 10-0 di parziale aperto da una tripla di Colo, rinvigorito da una schiacciata di Higgins in faccia a Gudaitis, chiusa ancora da una bomba di De Colo. 66-63 a fine terzo quarto.

4° QUARTO
Itoudis rinuncia a Daniel Hackett inserendo Mikhail Kulagin, e il play lo ringrazia aprendo il quarto con la tripla del pareggio (66-66). Il parziale negativo per Milano arriva sino a. 4-21 con 8.10 da giocare (68-72), e pur con la tripla di Peters del 71-77 a 5.20, l’Olimpia prova a tenersi aggrappata alla gara nonostante le rotazioni ridotte all’osso, con James sempre in campo e un Kuzminskas da 0 punti, 4 falli e -11 di valutazione. Della Valle, Burns e Cinciarini restano spettatori della battaglia, Pianigiani prova a trovare la quadratura con James, Bertans, Micov, Brooks e Gudaitis. E’proprio Jeff Brooks a suonare la carica in difesa e a rimbalzo, Mike James piazza la tripla dell’80-80 con 2.15 da giocare, poi Higgins e una persa di Micov sono la condanna, così come la stoppata di Hines su James.

Commenta