Crac Mens Sana, in aula il perito prof. Costabile: Sponsorizzazione anomala

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Parola anomala che viene ripetuta al professore quando si parla del valore del marchio che, secondo Costabile, era di un milione di euro (e non 8 come era stimato) e che quindi si trattava di una “supervalutazione”.

“Sponsorizzazione anomala” sono queste le parole che il professor Michele Costabile, docente di Marketing e imprenditorialità, ha utilizzato nel processo per il crac della Mens Sana Basket, scrive La Nazione.

La sponsorizzazione è quella della Banca Monte dei Paschi alla società di pallacanestro.

Parola anomala che viene ripetuta al professore quando si parla del valore del marchio che, secondo Costabile, era di un milione di euro (e non 8 come era stimato) e che quindi si trattava di una “supervalutazione”.

La stima fu fatta tramite la consulenza di una nota società, la StageUp, senza, per il teste, la necessaria controperizia da parte di Mps, scrive Il Corriere di Siena.

Ma il perito fa un paragone per ribadire che la cifra erogata dalla Banca Mps ai biancoverdi, si parla nella perizia di 12 milioni di euro, “era in realtà rilevante e anomala”. Chiama in causa il calcio. “La Roma riceveva una sponsorizzazione da una società telefonica di 6 milioni, la metà di quella elargita alla Mens Sana”.

Commenta