Corner Stats: verso i playoff Serie A

Corner Stats: verso i playoff Serie A

Qualche numero prima dell'inizio dei play-off.

Bentornati su Corner Stats! Domani inizieranno i play-off di Serie A e penso quindi sia utile andare a dare qualche dato sulle partecipanti. Andiamo!

Direi di iniziare con il nostro caro e vecchio grafico dei rating!

Una veloce considerazione: quest’anno si è mediato un Rating di Lega praticamente uguale a 110. Dopo il valore della passata stagione (107), direi che il trend di crescita che si era registrato in queste ultime stagione si è confermato.

MILANO – AVELLINO

La sfida tra prima e ottava si preannuncia un po’meno scontata di quanto ci si possa aspettare, visti i tanti giocatori di Milano che salteranno una o più partite di questa prima serie a causa di diversi infortuni. Dall’altra parte però Avellino arriva ai play-off con un vistoso calo di risultati e efficienza: nel girone di ritorno infatti la Scandone ha vinto solo 5 partite (3 di esse sono contro Reggio Emilia, Torino e Pistoia). Il Defensive Rating nel solo girone di ritorno scende dai 107 (mediato nel girone di andata) a 112. Un calo che evidenzia le difficoltà di Avellino (tolte infatti le ultime 4, quel 112 colloca la squadra irpina tra le peggiori in questa classifica). Milano anch’essa ha vissuto un girone di ritorno un po’più complicato rispetto all’andata, vuoi per la fatica accumulata dall’EuroLeague, vuoi per qualche infortunio di troppo: il suo Defensive Rating passa da 105 a 111.

SASSARI – BRINDISI

Milano ha per molto tempo detenuto il miglior attacco della Lega, ma alla fine è stata Sassari ad avere il valore più alto (119,5 contro 119,3). Parliamo di piccolissime differenze, ma questo sorpasso fa intuire quanto l’efficienza della squadra sarda sia cresciuto nel corso del girone di ritorno (come saprete, viene da 9 vittorie consecutive). Dall’altra parte però c’è la seconda miglior difesa del campionato: Brindisi è senza dubbio la squadra rivelazione di questa stagione e forse si sarebbe meritata il fattore campo vista la costanza di rendimento, mantenuto per tutta la regular season. Sarà una sfida bellissima.

CREMONA – TRIESTE

Questa sfida la possiamo invece definire come quella a più alto ritmo: si affrontano infatti la seconda (Trieste) e la quarta (Cremona) per Pace (circa 76 possessi a partita per entrambe le squadre). Detto questo, seppur Cremona abbia una rotazione a 7/8 uomini, mentre Trieste può anche arrivare a 9/10, quella più accreditata alla vittoria è la prima. Pur assomigliandosi anche nei Rating, Cremona in termini di talento ha dei picchi assurdi nei suoi giocatori di riferimento (Crawford, Mathiang e Sauders) che Trieste al contrario non ha. Ecco che quindi nei momenti delicati questo fatto potrebbe risultare decisivo nelle sorti della serie.

VENEZIA – TRENTO

Quest’ultima serie è quella che, a mio avviso, ha il più alto valore di Upset Rate. Nel senso che non mi stupirei se Trento vincesse: è vero, Venezia, pur non essendo più la brillante e solida squadra del girone di andata, è dotata di un roster più profondo e di qualità, ma Trento nel girone di ritorno, come al solito, ha davvero cambiato aria, ritrovando la sua principale arma: la difesa. L’Aquila è la quarta miglior difesa del campionato con 108 punti concessi ogni 100 possessi, ma se guardiamo al girone di ritorno il valore scende a 106.

Venezia invece è rimasta la prima nella classifica delle migliori difese, ma è passata da avere un valore di 97 nel girone di andata a 108! Decisamente un calo vistoso, che fa capire come quella sicurezza della squadra veneta si sia parzialmente perso.

Commenta