NanoPress

Corner Stats: l’efficienza del tiro da 3 punti

Corner Stats: l’efficienza del tiro da 3 punti

Quanto bene deve tirare un giocatore per risultare un buon tiratore da oltre l'arco?

Bentornati su Corner Stats! Oggi ci dedichiamo ad una analisi numerica vera e propria per cercare di capire quanto bene si debba tirare da oltre l’arco per essere efficaci in egual modo alle altre tipologie di tiro. Andiamo!

Questa analisi nasce dopo aver visto un tweet che parlava appunto della crescita della percentuale soglia per determinare la bontà di tiro da oltre l’arco.

Storicamente infatti la percentuale soglia per considerare un tiro da oltre l’arco come una buona conclusione era il 33%: questo perché con tale percentuale si garantisce lo stesso ammontare di punti che mediamente si producono con i tiri da due punti (la cui percentuale è del 50% circa).
Come però accennava giustamente Crumpled Jumper, il basket è cambiato negli ultimi anni: i tiri da due punti oramai si prendono nella quasi totalità dei casi in prossimità del ferro e quindi garantiscono una percentuale ancora più alta rispetto a 20 anni fa, epoca dove invece si utilizzava molto il tiro dal mid range. A conferma di ciò possiamo utilizzare le shot chart di Basketball Guru per osservare tale fatto:

Altro spunto interessante dell’analisi riportata nel tweet è quello di contabilizzare anche i tiri liberi, conclusione che garantisce una buona dose di punti ad alta percentuale. Considerando quindi questi due fattori, la percentuale soglia del tiro da 3 punti negli ultimi anni è cresciuta fino al 37% di quella attuale (in NBA).

Ho dunque voluto effettuare tale analisi anche per l’EuroLeague, ma facendo un ulteriore step: non volevo semplicemente trovare la percentuale soglia globale, ma piuttosto capire quale fosse la percentuale di tiro minima per i tiratori di ogni squadra considerando la percentuale da 2 punti e dalla lunetta dei compagni non-tiratori. Inizialmente avevo pensato di confrontare lunghi e guardie, ma oramai è più conveniente dividere i giocatori in tiratori e non. Partiamo dunque calcolando la percentuale soglia per ogni squadra: ho considerato tutti i giocatori con almeno 10 minuti di utilizzo medio e meno di un tiro da 3 punti tentato a partita.

Banalmente, ho trovato i punti proveniente dai tiri da 2 punti e dai liberi e ho calcolato la relativa TS%, la cui formula è Pts / (2*(2PA+0,44*FTA)). La TS% trovata è quindi la produzione media di ogni squadra da dentro l’arco, tenendo conto anche dei tiri liberi.
Per trovare la percentuale soglia è sufficiente moltiplicare la TS% per 2/3 (ovvero il rapporto tra i punti garantiti dai due tiri dal campo). Le percentuali soglia ottenute sono giustamente alte: d’altronde abbiamo preso in considerazione i tiri di giocatori che stazionano in area e che fanno del tiro in prossimità del ferro la loro conclusione preferita. Se poi sono anche ottimi tiratori di liberi (come per esempio Gudaitis o Vesely di quest’anno), chiaramente la soglia per il tiro da 3 punti si alza.

Fatto ciò, è sufficiente confrontare le percentuali da 3 punti di ogni squadra con il valore limite calcolato: ovviamente ora prenderemo in considerazione solo i giocatori con più di una tripla tentata. Ho inoltre voluto prendere in considerazione solo i tiratori puri di ogni squadra, in modo da effettuare un raffronto tra chi tira solo da dentro l’area e chi tira solo da oltre l’arco. Ecco la tabella che riassume il tutto:

Nella prima doppia colonna trovate la somma e relativa percentuale realizzativa di tutti i giocatori con almeno una tripla tentata. Nel secondo gruppo trovate invece gli stessi valori, ma sommando solo le conclusioni di tiratori che prendono quasi esclusivamente triple (meno di due tiri presi da 2 punti, più di due triple tentate). In altre parole, nella prima colonna trovate la somma delle triple tentate da Micov, James, Bertans e tutti gli altri giocatori milanesi con almeno una tripla a partita, mentre nella seconda trovate i tiri da oltre l’arco del solo Bertans, in quanto unico giocatore milanese a rispettare i requisiti per ricadere in quella casistica. Gran Canaria, Baskonia e Panathinaikos non hanno giocatori per questa categoria e sono quindi sprovvisti di dati per il secondo confronto.

Ho evidenziato in verde le percentuali superiori alla soglia, in arancione quelle sotto il 3% di differenza con il valore soglia e in rosso quelle al di sopra del 3% di differenza. Come si può vedere, metà delle squadre non riesce a garantire con le sole triple la stessa efficienza dei non-tiratori; avevamo in effetti già sottolineato come alcune percentuali fossero davvero alte e quindi difficilmente eguagliabili.
Osservando invece i soli tiratori abbiamo solo sei squadre al di sotto della percentuale soglia: la qualità di tiro dei tiratori presenti in EuroLeague è elevatissima e ciò lo si può notare da questi dati.

C’è da considerare una correlazione tra questi dati prima di concludere: le buonissime percentuali da 2 punti in alcuni casi sono influenzate dalla presenza di uno o più tiratori sul perimetro. Questo perché la difesa, preoccupata dalla pericolosità di quest’ultimi, apre maggiori spazi in area e/o ritarda gli aiuti in difesa, concedendo quindi maggior libertà ai lunghi in prossimità del ferro. Il Fener sarà anche una squadra composta da giocatori di altissimo livello, ma è indubbio che le presenza di tiratori e lunghi temibili favorisca vicendevolmente i due reparti.

In conclusione, con questa analisi è stato possibile capire quanto una squadra debba tirare bene da oltre l’arco per pareggiare la qualità dei suoi giocatori in prossimità del ferro, considerando anche il loro apporto ai liberi. Alla luce di questi dati è possibile fare delle scelte difensive – anche azzardate in alcuni casi – che possono influenzare notevolmente l’andamento di una partita. Per esempio con il Maccabi in alcune situazioni è preferibile lasciare una tripla piuttosto che concedere un canestro in area, dato che, osservando le percentuali, le triple tentate dalla squadra di Tel Aviv garantiscono una efficacia ben più bassa rispetto ai tiri al ferro. Discorso simile per il Panathinaikos. È comunque una scelta che deve essere valutata durante il corso della partita, dato che se la squadra avversaria è in giornata la scelta difensiva fatta diverrebbe controproducente.

In ogni caso, con la percentuale soglia si può facilmente capire come oggi il tiro da 3 sia una conclusione molto remunerativa, vista la sempre maggior presenza di ottimi tiratori, ma anche che la soglia per determinare la bontà degli stessi si sia alzata, anche per l’evoluzione del gioco.

Commenta