Conti: Il basket con le regole odierne non è sostenibile, vogliamo abbandonare il professionismo

Conti: Il basket con le regole odierne non è sostenibile, vogliamo abbandonare il professionismo

Il GM di Varese ipotizza anche una soluzione a metà strada tra il regime professionistico e quello dilettantistico

La Prealpina fa il punto della situazione dopo l’ultima assemblea di LegaBasket, con i Club che chiedono a gran voce di abbandonare il professionismo.
Le parole di Andrea Conti, GM di Varese, sono piuttosto chiare: “Nell’assemblea della scorsa settimana è emerso chiaramente che il movimento basket con le regole odierne non è più sostenibile. Il problema è generalizzato e la volontà di abbandonare il professionismo c’è da parte di tutti, per questo abbiamo chiesto alla FIP di presentare le nostre richieste nelle sedi istituzionali in vista del varo delle nuove normative“.

Conti ipotizza anche una soluzione a metà strada tra il regime professionistico e quello dilettantistico: “L’ipotesi potrebbe essere quella di fissare un’aliquota intermedia tra il vigente regime professionistico e dilettantistico, che elimini anche le zone grigie generate dai diritti di immagine e contribuisca a stabilire un’equità competitiva rispetto alla situazione attuale“.

Commenta