Consegnati gli L&L Awards Basket Brescia Leonessa premia i giovani più meritevoli

Si è svolta nel pomeriggio di oggi presso il Polivalente di via Collebeato la cerimonia di premiazione degli L&L Awards 2019, la terza edizione della kermesse che dedica preziosi riconoscimenti ai giovani atleti più meritevoli del Settore Giovanile di Basket Brescia Leonessa.

Si è svolta nel pomeriggio di oggi presso il Polivalente di via Collebeato la cerimonia di premiazione degli L&L Awards 2019, la terza edizione della kermesse che dedica preziosi riconoscimenti ai giovani atleti più meritevoli del Settore Giovanile di Basket Brescia Leonessa.

Alla cerimonia, alla quale hanno presenziato molti dei giovani della Leonessa accompagnati dai loro genitori, erano presenti il presidente Graziella Bragaglio, il patron Matteo Bonetti, il general manager Sandro Santoro e Luca Vitali, Testimonial del Settore Giovanile. Presente per un saluto anche Vincenzo Esposito, coach della Germani Basket Brescia.

GLi L&L Awards, giunti alla terza edizione, hanno premiato cinque giovani atleti di Basket Brescia grazie all’intervento di L&L – Lazzari & Lucchini, Title Sponsor di Basket Brescia Leonessa: due classificati tra gli atleti delle scuole medie inferiori, due tra gli atleti delle scuole medie superiori e un premio speciale.

“Innanzitutto voglio fare i complimenti ai nostri ragazzi, che hanno portato avanti la loro attività scolastica assieme a quella sportiva, che è stata molto intensa – le parole di Graziella Bragaglio -. Ai genitori, che li hanno accompagnati con dedizione, dandogli un grande supporto. Agli allenatori, che hanno lavorato tutto l’anno in maniera intensa. Ad Anna Lazzari, che è sempre molto vicina alle esigenze dei nostri giovani atleti, e a Luca Vitali, che ha preso lo scettro di Testimonial del Settore Giovanile in maniera molto partecipativa, dando delle regole precise e lasciando l’impronta del suo lavoro”.

“Nel nostro Settore Giovanile, come nella nostra società, c’è precisione, rispetto, lavoro, e fatica, unica strada per raggiungere risultati – conclude Bragaglio -. Il nostro progetto è molto articolato e sono molto contenta che si allarghi sempre di più. È di oggi la notizia che parteciperemo all’EuroCup per il secondo anno consecutivo: una notizia che testimonia la serietà del nostro progetto, a cui il nostro Settore Giovanile dà sempre grande spinta”.

“Quando si parla di Settore Giovanile per me è un’emozione davvero forte – spiega Matteo Bonetti, patron della Leonessa -. È una linfa vitale importantissima per una società. Basket Brescia Leonessa non è solo prima squadra, ma una piramide che prende energia dal proprio Settore Giovanile. Siamo una squadra di serie A, siamo anche un po’ambiziosi, ma sappiamo che dobbiamo cercare sempre di migliorare, di crescere. Proveremo ad arrivare sempre più alto, cercando di lavorare sempre di più. Ma l’importante sarà crescere dei bravi ragazzi, che studiano e che vanno bene a scuola: non è detto che tutti arriveranno a giocare ai livelli più alti, ma sappiamo che tutti ci proveranno, facendo un percorso bello, in cui tutti noi stiamo bene insieme”.

“Il Settore Giovanile è innanzitutto una grande responsabilità – il pensiero di Sandro Santoro, general manager della Leonessa -. Sappiamo che cosa vuol dire crescere dei figli e sappiamo che la nostra attività deve avere un risvolto educativo. Noi dobbiamo avere la pazienza di educare attraverso lo sport: sembra qualcosa di scontato, ma non è affatto così. I giovani si approcciano allo sport con leggerezza e noi dobbiamo fare in modo che questa leggerezza non vada turbata”.

“Per chi gestisce una società come la nostra, osservare i miglioramenti sportivi dei nostri giovani rappresenta una soddisfazione enorme – conclude Santoro -. La nostra è una casa grande, che ogni anno si allarga sempre di più e accoglie persone che hanno entusiasmo e piacere nello stare insieme. Oggi premiamo alcuni ragazzi, ma in quei riconoscimenti c’è il premio di tutti: in uno sport di squadra come il basket, chi riceve un premio è stato aiutato da tutti coloro che gli sono attorno”.

Anche Vincenzo Esposito, coach della Germani Basket Brescia, ha voluto lasciare il proprio saluto ai partecipanti: “Quando si riceve un trofeo o un riconoscimento, bisogna esser sempre felici, perché alle spalle c’è sempre un sacrificio, che sia scolastico o sportivo. E non bisogna mai dimenticare che questo riconoscimento è arrivato anche grazie alla collaborazione di persone che spesso sono sottovalutati, come gli allenatori o i genitori. I ragazzi non possono sapere oggi che cosa faranno da grandi, ma devono tenere a mente una cosa: non tutti i giorni possono essere buoni, ma in ogni giorno c’è sempre qualcosa di buono”.
Parola, infine, a Luca Vitali, Testimonial del Settore Giovanile della Leonessa: “Il mio ringraziamento va innanzitutto ai genitori, so che non è facile avere ragazzi che fanno un’attività sportiva, specie se l’impegno diventa sempre più incisivo. Con la vostra attività, permettete ai vostri figli di seguire un sogno e vorrei che loro si rendessero conto dei sacrifici che fanno i loro genitori per assecondare i loro sogni. Il mio desiderio è che quando termineranno il loro percorso nelle giovanili, questi ragazzi si possano accorgere di non aver buttato via il proprio tempo e il proprio talento. Riuscire a fare questo è di per sé un grande risultato”.
Questo l’elenco dei vincitori dei L&L Awards 2019: 1° classificato per le scuole medie inferiori: Nicola Arrighini (Esordienti). 2° classificato per le scuole medie inferiori: Pierluigi Novaglia (Under 14 Elite). 1° classificato delle scuole medie superiori: Giacomo Veronesi (Under 18 e C Silver). 2° classificato delle scuole medie superiori: Giovanni Santi (Under 15). Il premio speciale va a Gabriele Marino (Under 13 Blu).

Fonte: Ufficio stampa Brescia.

Commenta