Coach Martino: “Domani sarà un match importante ma non decisivo”

Coach Martino: “Domani sarà un match importante ma non decisivo”

Fantinelli? Dovrà essere bravo a gestire l'impatto da ex. Abbiamo già affrontato le difficoltà, non sono preoccupato

In vista del big match di domani contro Treviso, ha parlato in conferenza stampa il coach della Fortitudo Bologna Antimo Martino presentendo la partita di domani.

“Hasbrouck si è allenato regolarmente in settimana, mentre Mancinelli continua a lavorare a parte. Negli ultimi due giorni ha fatto lavoro più intenso, sarà nei dodici, ma è improbabile che giochi”.

“Inizia un ciclo importante? Non sono preoccupato. Questo tour de force lo avranno tutte le squadre. Dovremo essere bravi a gestire i carichi degli allenamenti, che saranno minimi. Andatelo a chiedere ai giocatori che sono i più felici per avere tre partite piuttosto che una settimana lunga di allenamenti. Il match di domani conta più degli altri solo perché è il primo, ma è troppo presto per battezzare una partita più importante delle altre”.

“Fantinelli? Non ho parlato con lui. Ognuno metabolizza e gestisce un impatto da ex come meglio crede. Caratterialmente è molto pacato e questo può facilitarlo. Troverà un clima ostile certo, forse è un termine forte, ma fa parte del nostro lavoro. La forza di un giocatore a questi livelli è concentrarsi senza badare al contorno. Non sempre ci si riesce ma mi auguro ne sia capace.”

“Domani è una partita importante, è indubbio, ma non è decisiva in quanto siamo solo alla terza giornata di campionato. Le squadre che primeggiano nelle classifiche, più o meno bilanciano le sfide fra le grandi, mentre la differenza la faranno i risultati con le squadre di media fascia”.

“Piano B per domani in caso di difficoltà? Fino a quando la partita è materialmente viva, è giusto provare a riprenderla, questo approccio vale sempre”.

“Domani potremmo trovare le prime vere difficoltà? Non sono preoccupato, in quanto questa squadra ha già avuto momenti di difficoltà: a Verona per esempio, dove abbiamo fatto bene perdendo in due occasioni la possibilità di ammazzare la partita. Oppure contro Casale, partita non facile, gestendo bene gli ultimi possessi, ed infine anche contro Imola nei primi momenti di gara. So che questo succederà ancora, e non ho la presunzione di pensare che sia una cavalcata verso la fine del campionato. Ogni domenica ci sarà da combattere, dovremo lavorare per farci trovare pronti, ragionando e sapendo che ci sono anche gli avversari”.

“Le chiavi di domani? Treviso ha tanto talento offensivo e non dovremo lasciare loro tiri facili, quando giocano in campo aperto sono efficaci, quindi dovremo ridurre le palle perse, ed avere un attacco equilibrato. La bravura sarà quella di leggere cosa sta succedendo e adeguarsi a quanto accade”.

“Lunen è un faro e resta un faro, sa essere un riferimento anche se domani facesse due punti. In campo rappresenta la saggezza e l’intelligenza”.

Commenta