Clamoroso in Grecia, la stagione dell’Olympiacos si chiuderà mercoledì con la retrocessione in A2?

Clamoroso in Grecia, la stagione dell’Olympiacos si chiuderà mercoledì con la retrocessione in A2?

Uno dei tre arbitri della semifinale di Coppa di Grecia è stato scelto per dirigere il match dei Reds che non dovrebbero scendere in campo. Avendo già rinunciato alla gara con il Pana, saranno automaticamente retrocessi nel caso in cui non si dovessero presentare all'incontro

L’Olympiacos non dovrebbe scendere in campo mercoledì prossimo contro il Promitheas perché uno dei tre arbitri che sono stati sorteggiati per il match è Panagiotis Anastopoulos, uno dei fischietti che diresse la gara contro il Panathinaikos in semifinale di Coppa di Grecia quando i Reds uscirono dal campo all’intervallo.

Dopo la partita l’Olympiacos annunciò che non avrebbe più giocato una gara avente, come arbitri, Anastopoulos, Manos e Panagiotou.

L’Olympiacos ha già rinunciato a giocare la sfida di campionato contro il Panathinaikos in assenza di arbitri stranieri.

Se l’Olympiacos, che ha già subito 8 punti di penalità, non dovesse scendere in campo per la seconda volta in stagione sarebbe automaticamente retrocessa in A2.

Nella ultime gare, nonostante fossero tutti e tre disponibili, nessuno dei tre arbitri era stato messo a dirigere una gara dell’Olympiacos tra le proteste del Panathinaikos.

Ultima quella, proprio oggi, di Dimitris Giannakopoulos, presente all’incontro con il comitato che gestisce gli arbitri.

“Nelle ultime nove gare, il comitato ha deciso di non seguire le regole accettando le richieste dell’Olympiacos. E cosa prova questo? Che è tutto nelle mani dell’Olympiacos, ovvero quello che dicono i tifosi dei Reds. E noi siamo intenzionati ad andarcene da un movimento che è un bordello”.

Fonte: Sport24.

Commenta