Il Nizhny Novgorod si arrende a Cole: vince Avellino 93-100 (2 o.t.)

Il Nizhny Novgorod si arrende a Cole: vince Avellino 93-100 (2 o.t.)

La Sidigas piazza il successo all'esordio in Champions League al termine di un match infinito

Avellino bagna l’esordio in Champions League con una sofferta vittoria sul parquet del Nizhny Novgorod per 93-100 dopo un match infinito, deciso soltanto dopo due supplementari. Mvp del match un Norris Cole da 34 punti, 7 assist e 5 rimbalzi che ha guidato una Sidigas rimaneggiata per le assenze di Ndiaye, D’Ercole, Campani e Campogrande al successo. Ai russi non è bastato un ottimo Perry (24 punti, 6 assist, 7 rimbalzi) per portare a casa il match, nonostante il +6 (75-69) conquistato a 1’20” dal termine dei tempi regolamentari. Nichols e Cole hanno prima fissato il 75-75 che è valso il primo supplementare e poi lasciato spazio a un Sykes scatenato nel primo overtime, che ha portato Avellino sul +3 (87-90) con 3” sul cronometro. Ci ha pensato però Perry a inventarsi una tripla incredibile per mandare tutti al secondo overtime, dove però non c’è stata partita. Avellino vince e brinda al secondo successo su due uscite ufficiali.

Cronaca. Parte bene Avellino spinta dalle giocate di Cole. Otto punti dell’ex Maccabi firmano il 6-11 dopo 4′. Dragicevic e Odom tengono a contatto il Nizhny che prova ad alzare i giri in difesa. Avellino continua ad affidarsi alle giocate di Cole, ma un paio di disattenzioni difensive consentono al Novgorod di piazzare un parziale di 5-0 in chiusura di primo quarto, firmato da Broussard, che fissa il 19-23 dopo 10′. Le rotazioni corte della Sidigas consentono ai russi di completare il rientro e poi mettere la testa avanti col solito Dragicevic (25-23 al 12′). Filloy prova a dare la sveglia ai suoi con due triple di fila, ma dall’altra parte la fisicità del Novgorod costringe Sabatino e Spizzichini a mandare spesso in lunetta gli avversari. Broussard e Komolov regalano il +5 ai padroni casa (34-29 al 15′) che fanno soffrire una Sidigas che nonostante le difficoltà chiude sotto sul 41-40 i primi venti minuti grazie, in gran parte, al solito Cole.

Avellino rimette la testa avanti in apertura di terzo quarto con il primo canestro della partita di Nichols e le solite giocate di Cole (45-51 al 24′). Dragicevic sblocca il Nizhny dopo cinque minuti senza canestri, ma la difesa della Sidigas continua a concedere pochissimo ai russi che rimangono attaccati al match soltanto grazie ai rimbalzi offensivi. Baburin e Komolov riportano sotto i padroni di casa ma due liberi di Costello fissano il 52-57 sul quale si entra nell’ultimo quarto. Avellino continua a concedere molto a rimbalzo e Baburin ne approfitta per impattare a quota 57 a 8’30” dal termine. Cole e Nichols rispondono subito per gli irpini che però tornano a soffrire in difesa la velocità di Perry che con un due più uno riporta avanti il Niznhy (65-64 al 34′). La Sidigas fatica a trovare la via del canestro, Toropoc invece appoggia il 67-64 con 3’59” sul cronometro. Vucinic si affida ad un time-out, ma è Perry a segnare il +5 russo. Nichols prova a sbloccare i suoi con la tripla del 69-67, ma Toropov ancora tiene a distanza gli irpini. Si entra negli ultimi due minuti sul 73-69; Costello sbaglia da oltre l’arco, Toropov invece non sbaglia dalla lunetta (75-69 a 1’27” dalla fine). Nichols con un due più uno riporta sul -3 gli irpini che poi costringono il Novgorod all’infrazione dei ventiquattro secondi con 48” sul cronometro. Cole dall’altra parte spara la tripla del 75-75. Con 21” da giocare va in lunetta Toropov che sbaglia entrambi i liberi a sua disposizione. La Sidigas si affida ancora a Cole che però in transizione sbaglia il canestro della vittoria. Si va all’overtime sul 75-75.

Due liberi di Green portano Avellino sul +2 (75-77), ma Komolov risponde da oltre l’arco per il 78-77 Nizhny. Sykes si accende con sette punti di fila, ma il Novgorod ancora da oltre l’arco con Broussard e in avvicinamento con Perry rimane avanti (87-84). Cole si inventa il canestro del -1 e Sykes lo segue a ruota per l’87-88 a 40” dalla fine dell’overtime. Perry sbaglia dalla media, Cole fa lo stesso e Broussard con 3” da giocare sbaglia un facile appoggio per la vittoria. Nichols viene mandato in lunetta e non sbaglia per l’87-90. Con 2” da giocare, Perry si inventa la tripla del pareggio, nonostante la difesa perfetta di Sykes (90-90). Con cinque decimi sul cronometro, la Sidigas non riesce a trovare un tiro: si va al secondo supplementare.

Perry segna ancora, questa volta dalla media, ma la Sidigas risponde con Costello e Sykes per il 92-94 a 3′ dal termine. Green porta Avellino sul +4 con 1’20” da giocare e poi cancella Perry dall’altra parte. Sykes sbaglia ma a rimbalzo c’è Costello, che riapre per Cole che in penetrazione mette la pietra tombale sul match. Vince Avellino 93-100.

[pb-game id=”406314″]

Commenta