Caso Pashutin, la liberatoria del club non è necessaria

Caso Pashutin, la liberatoria del club non è necessaria

Regolamento alla mano, un coach in Italia non avrebbe bisogno della liberatoria del club, ma solo di una propria dichiarazione una volta verificati i pagamenti mancanti

Tuttosport fa chiarezza sul caso di Evgeny Pashutin, l’ormai ex coach dell’Acqua S.Bernardo Cantù che ha lasciato l’Italia senza il via libera del club, chiudendo subito l’accordo con l’Avtodor Saratov.

Regolamento alla mano, un coach in Italia non avrebbe bisogno della liberatoria del club, ma solo di una propria dichiarazione una volta verificati i pagamenti mancanti.

Come noto, il club non aveva preso bene l’addio di Pashutin.

Commenta