Casale rischia nel finale ma passa a Latina

Casale rischia nel finale ma passa a Latina

84-82 per la Junior nello scontro d'alta classifica del Girone Ovest. Ottima prova corale con Sims e Martinoni sugli scudi.

Vittoria importante di Casale Monferrato ai piani alti del Girone Ovest: la squadra di Mattia Ferrari passa sul parquet di Latina per 84-82 in una gara a lungo condotta con autorità dagli ospiti ma nella quale i padroni di casa hanno più volte avuto la palla del sorpasso nella volata finale.

La Novipiù, oltre ad aver tirato in maniera ottima dall’arco (13/30), ha raccolto moltissimo dai suoi due lunghi: 20 punti e 7 rimbalzi per un DeShawn Sims spesso immarcabile; 16 punti, 11 assist e 6 assist per un Niccolò Martinoni a dir poco decisivo.

Alla Benacquista invece non sono bastate la sua mira eccellente (addirittura 13/25 da tre) e le prestazioni in doppia cifra realizzativa di Evan McGaughey (19 punti), Bernardo Musso, Dalton Pepper (16) e Davide Raucci (13).

All’avvio, Casale si prende cura del pallone mentre Latina mostra poca attenzione in attacco, il che produce un parziale di 8-0 nei primi tre minuti. Dopo il timeout di Gramenzi, la musica cambia. I pontini sono tutt’altro che impeccabili nella propria metà campo ma in attacco trovano buoni spunti sia rifornendo Ancellotti in area, sia colpendo dall’arco con McGaughey, Pepper e Bolpin. Gli ospiti chiudono il primo quarto avanti sul 25-19 ma la contesa è ora più equilibrata di quanto prospettato dall’inizio a senso unico.

Latina continua a mostrarsi ispirata offensivamente, con un Musso più suggeritore che realizzatore. La Junior però continua a fare il proprio gioco, dominando i tabelloni e godendo della precisione dei suoi tiratori. Dopo le triple di Tomasini nella frazione precedente, ora c’è Cesana a colpire a ripetizione: è proprio una sua tripla a costringere Latina al timeout sul 38-29 (-5:16). La Benacquista non ferma subito l’emorragia (Piazza e Camara firmano poco dopo il massimo vantaggio di Casale, +14) ma riesce comunque ad andare negli spogliatoi con uno svantaggio meno netto: 47-39.

I nerazzurri tornano in campo tenendosi a contatto e la vena realizzativa di Pepper (12 punti nella terza frazione) le permette di riportarsi entro il possesso di distacco (56-54 Casale, -5:18). La squadra di coach Ferrari però continua a raccogliere molto da Sims, sia coi vantaggi generati dalla sua presenza in area che sfruttando la sua capacità di segnare in più modi. L’americano infatti è protagonista assoluto del riallungo piemontese (64-56, -3:43). Il terzo quarto si chiude infine sul 66-60 per gli ospiti.

Nei primi minuti dell’ultima frazione, le due squadre non riescono a trovare il canestro ma un rapido 5-0 di Casale, brava a sfruttare le imprecisioni latinensi, la riporta sulla doppia cifra di vantaggio (71-60, -6:56). La reazione pontina c’è, seppur più affidata al carattere che all’attenzione ai dettagli. Latina riesce pian piano a riguadagnare terreno e, nella volata finale, sembra poter mettere la freccia da un momento all’altro. Raucci e McGaughey mettono due triple che fanno esplodere il palazzo (82-80, -1:28) e poi, durante l’ultimo giro di lancette, Denegri commette una persa pesante con 30 secondi da giocare. Nel possesso successivo, Pepper non trova il canestro ma il rimbalzo offensivo premia i nerazzurri. Sulla rimessa, Romeo imbecca Musso: l’italo-argentino viene mandato in lunetta ma fa solo 1/2 (82-81, -0:21). Sims viene immediatamente spedito a tirare liberi e anche lui ne realizza solo uno. Latina ha l’ultimo possesso ma il tentativo in penetrazione di Pepper s’infrange sul ferro: la palla carambola fuori con ultimo tocco nerazzurro e 4.3 secondi da giocare. Martinoni viene mandato subito sulla linea della carità: 1/2 anche per lui. Nel valzer dei liberi, ora tocca a Musso: mette il primo e sbaglia a posta il secondo sperando in un tap-in che non arriva. La Junior vince dunque col punteggio di 84-82.

Commenta