Capo d’Orlando, il sindaco tuona: Orlandina penalizzata. Decisione che ci danneggia in modo evidente

Capo d’Orlando, il sindaco tuona: Orlandina penalizzata. Decisione che ci danneggia in modo evidente

Le dure parole del sindaco di Capo d'Orlando: Invito il presidente Petrucci a rivedere una posizione che mortifica di fatto gli sforzi di una famiglia, di una società, di una comunità sportiva che non si identifica in un paese ma in una regione intera

Franco Ingrillì, sindaco di Capo d’Orlando, ha tuonato dopo la decisione della FIP di azzerare tutti i risultati ottenuti dalla OnSharing Siena .
Con l’esclusione di Siena, l’Orlandina, che nell’ultimo turno aveva agganciato in vetta la Virtus Roma, si ritrova a due punti dalla squadra capitolina.
Queste le parole di Ingrillì a La Gazzetta del Sud.

“Leggiamo con amarezza e rabbia le notizie che riguardano l’esclusione di Siena dal campionato di Serie A2 che penalizza direttamente l’Orlandina, in piena corsa per la promozione diretta” ha detto Ingrillì. “Proprio questa uguaglianza competitiva risulta violata da una decisione che ci lascia interdetti e danneggia in modo evidente le velleità dell’Orlandina che sui principi di uno sport sano, legale e agonisticamente corretto, ha fondato un movimento che è orgoglio di tutta la Sicilia” ha continuato Ingrillì che ha lanciato un appello a Gianni Petrucci, presidente FIP. “Invito il presidente Petrucci a rivedere una posizione che mortifica di fatto gli sforzi di una famiglia, di una società, di una comunità sportiva che non si identifica in un paese ma in una regione intera”.

Commenta