NanoPress

Cantù, la cordata svizzera esce allo scoperto: Noi abbiamo fatto più di una offerta

Cantù, la cordata svizzera esce allo scoperto: Noi abbiamo fatto più di una offerta

Parla Rivelli, 46enne milanese, a La Provincia di Como: Con la Pallacanestro Cantù l'obiettivo non è guadagnare ma ridare importanza ad una società storica. C'è anche allo studio una collaborazione con i Chicago Bulls

Oggi è una giornata fondamentale in casa Pallacanestro Cantù per il passaggio delle quote societarie.

Sul tavolo c’è l’offerta del gruppo americano ma anche quella di una cordata svizzera composta da imprenditori italiani.

Ad uscire allo scoperto per la parte svizzera è stato Luca Rivelli, 46enne milanese, dalle colonne de La Provincia di Como.

Il gruppo di Rivelli si occupa di riportare sul mercato aziende che hanno vissuto periodi di crisi.

“Vorrei solo far sapere, a nome delle persone che rappresento, che il nostro gruppo in questo momento non è un ostacolo alla trattativa per la cessione della Pallacanestro Cantù, ma è del tutto e a pieno titolo una parte in causa, un “competitor”. Perché noi un’offerta, anzi più di una, l’abbiamo fatta ma ora abbiamo inserito una clausola: se davvero esiste un’offerta alternativa di questo gruppo americano, ammesso che esista, vogliamo vederla per poter eventualmente rimodulare la nostra proposta” ha detto Rivelli che ha smentito un coinvolgimento dello stesso Dmitry Gerasimenko nella cordata. “La trattativa non può durare in eterno e ormai siamo al limite. Ci siamo già visti alzare le richieste economiche più volte. Ora abbiamo una nuova cifra, che potrebbe essere quella definitiva, ma ci è stata comunicata solo a voce da Gerasimenko. Se è davvero questa la richiesta, per oggi ci aspettiamo che venga formalizzata, in forma scritta, per poter poi chiudere e andare dal notaio e acquisire la società. Con la Pallacanestro Cantù l’obiettivo non è guadagnare, ma ridare importanza a una società storica: finire in pareggio sarebbe un grande risultato” ha aggiunto Rivelli che ha anche parlato che si sta studiando anche una collaborazione con i Chicago Bulls per attirare nuovi sponsor.

Commenta