Buscaglia: A La Spezia un passo avanti concreto e visibile

Il coach di Reggio Emilia commenta la preseason

Maurizio Buscaglia commenta il momento della sua Grissin Bon Reggio Emilia con il Resto del Carlino.
Sulla preseason: “Positiva. C’eravamo dati l’obiettivo, per queste settimane, di valutare diverse cose, in particolare come mettere insieme il gruppo e farlo diventare una squadra. Il nostro lavoro è tuttora «in progress» ma procede come ci eravamo prefissi. Abbiamo lavorato per definire il modo di stare in campo, darci un preciso brand, indipendentemente da chi ci troviamo di fronte e da come approcciamo una partita. «Siamo dove volevamo essere. I ragazzi stanno bene insieme e stanno lavorando sulla consapevolezza di cosa possono fare sul campo.
Ritengo che in fase offensiva qualcosa di buono si sia già visto. I miei giocatori stanno comprendendo quello che funziona e quello che ancora non va. Sotto questo aspetto mi piace il loro atteggiamento: non si fanno condizionare dalle difficoltà, ma lavorano per superarle”

Sugli aspetti da sistemare: “La gestione dei possessi sul perimetro o sotto canestro e il capire quando esaltare le caratteristiche
di determinati giocatori col giusto timing. Poi dobbiamo correre meglio in contropiede, partendo sia dalla difesa, sia dalla creazione
del gioco”.
Sulle ultime amichevoli: “A dire il vero abbiamo pensato poco, in queste amichevoli, a chi affrontavamo, perché lavoravamo
su di noi. Peraltro ci siamo scontrati con avversarie sempre ben disposte in campo, e che faranno soffrire tutti. Credetemi, specialmente quest’anno la differenza, in partita, la farà chi saprà combattere di più e soffrire senza mollare mai. Nelle vittorie e nelle sconfitte a me interessavano i feedback positivi che la squadra dava. E specialmente nell ultimo torneo, a La Spezia, abbiamo fatto un passo avanti concreto e visibile”.

Commenta