Buon Compleanno, Dinamo

Buon Compleanno, Dinamo

Gli auguri dei padri fondatori in occasione del sessantesimo anno dalla fondazione del club

È qualcosa di più di un gioco, dice anche il motto che compare sul sito della Dinamo. Ed era più di un gioco anche sessanta anni fa quando noi, studenti sedicenni del Liceo Azuni, ci mettemmo insieme e decidemmo di fondare questa società. Tutto era cominciato per gioco, è vero, nel campetto delle scuole elementari di San Giuseppe, l’unico a Sassari dove c’erano due canestri, apparentemente accessibili a tutti. Ma per noi il basket non era solo quello giocato, era qualcosa che ci univa e volevamo, perciò, creare qualcosa di solido, che coinvolgesse anche altri, non solo noi, quelli più giovani di noi; e anche qualcosa che durasse più di qualche pomeriggio.

Tutto è andato oltre le nostre aspettative. Sessanta anni non sono pochi, soprattutto per noi che li abbiamo vissuti dal primo giorno. E i traguardi, gli incredibili successi che la Dinamo ha raggiunto, specialmente negli ultimi anni, sessanta anni fa non erano lontanamente immaginabili, neppure in sogno.

Pochi anni dopo la fondazione, con una società che stava crescendo molto oltre le nostre aspettative e che, pertanto, non poteva più essere gestita solo da ragazzi, noi cedemmo il testimone. Vogliamo ringraziare coloro che lo hanno raccolto e che hanno permesso alla Dinamo di arrivare fin qui, a cominciare da Giovanni Pilo (il primo presidente, il nostro caro amico che ci ha lasciato troppo presto), Alessandro Ponti, Sandro Agnesa, Bruno Contini e il rag. Diana, e finendo con Stefano Sardara, l’attuale presidente, e tutto lo staff, che hanno fatto sì che i sogni di sessanta anni fa diventassero una meravigliosa realtà.

Grazie

E Forza Dinamo!

 

Piero Baraccani

Graziano Bertrand

Roberto Centi

Rosario Cecaro

Antonello Manca

Bruno Sartori

Fonte: Sassari.

Commenta