Bucchi: “Difesa e corsa, così si resta in Serie A”

Bucchi: “Difesa e corsa, così si resta in Serie A”

Il coach della Virtus parla a lungo della prossima stagione in un’intervista a Repubblica.

Intervista su Repubblica per l’allenatore della Virtus Roma Piero Bucchi, prossimo all’esordio in quella Serie A da cui la squadra della Capitale mancava da quattro anni.

Il legame con Roma: “Roma è la Capitale. È Roma, detto così, banalmente. La città è straordinariamente bella, affascinante, meravigliosa, un museo che sopra di sé ha solo il cielo. Poi c’è la simpatia, il sarcasmo dei romani, il cibo che ha la sua importanza”.

Le aspettative sul campionato: “Per non retrocedere bisogna metterne dietro un bel po’perché quest’anno vanno giù in due. Noi dobbiamo mantenere sempre la calma, la serenità e reggere la pressione”.

Come giocherà la Virtus: “La squadra è piena di esordienti in serie A. Bisogna difendere, forte, anzi fortissimo perché siamo in serie A. Bisogna passarsi la palla. Bisogna correre ed il primo che è libero deve prendersi il tiro come mi è sempre piaciuto. Ci sono delle regole precise e delle gerarchie con relative responsabilità. Jerome Dyson, William Buford e Davon Jefferson sono le nostre prime opzioni”.

Fonte: la Repubblica.

Commenta