Brindisi, Sutton: “Porto energia e durezza mentale”

Brindisi, Sutton: “Porto energia e durezza mentale”

Conferenza stampa di presentazione per l’atleta americano neo arrivo della Happy Casa Brindisi. Le sue prime parole da giocatore biancoazzurro al fianco di coach Vitucci: "Un'arma per noi, un problema per gli altri"

Il neo arrivo della Happy Casa Brindisi, Dominique Sutton, è stato presentato questo pomeriggio presso la sala stampa ‘Antonio Corliano’ nel Palasport “E. Pentassuglia”.

Voglio aiutare la squadra a raggiungere i propri obiettivi – esordisce l’atleta americano – portando le mie caratteristiche, la mia energia e la mia durezza mentale. Conosco il campionato italiano e anche quest’anno ho seguito alcune partite, la competitività delle squadre e la composizione dei roster non è cambiata rispetto alle scorse stagioni”.

Il giocatore, che ha scelto la canotta numero 2, ha disputato il primo allenamento con i nuovi compagni durante la sessione pomeridiana di lavoro.

È stato tesserato in tempo utile per poter essere disponibile domenica a Bologna – spiega al suo fianco coach Frank Vitucci – pur non avendo contezza del contributo che ci potrà dare. È un giocatore dalle indubbie qualità in più ruoli, le cui abilità dovremo essere bravi a sfuttarle a nostro vantaggio. Per gli avversari dovrà essere un problema, per noi invece un’arma in più”.

L’allenatore biancoazzurro si è soffermato inoltre sul delicato momento vissuto dalla sua Happy Casa, reduce da un tour de force tra campionato e Champions League: “I risultati non ci hanno ultimamente premiato anche se abbiamo sempre garantito un alto termine di competitività in tutti i match disputati. Purtroppo ciò non è bastato, e in questo senso il nostro step sarà garantire 40 minuti effettivi di consistenza mentale. Vogliamo invertire il trend negativo pur consapevoli della forza della Fortitudo – conclude il coach – una neopromossa solo di facciata avendo in dote giocatori solidi ed esperti”.

Commenta