Brindisi, parla Vitucci: Il 5+5 scelta condivisa da tutti, il caldo di questi giorni ci condiziona

Brindisi, parla Vitucci: Il 5+5 scelta condivisa da tutti, il caldo di questi giorni ci condiziona

Vitucci non esclude di passare al 6+6 in futuro, qualora si creassero le condizioni necessarie

Frank Vitucci parla con la Gazzetta di Brindisi.
Sul 5+5: “È scontato che la scelta sia nata da una decisione condivisa da dirigenza e staff tecnico. Il mercato ci offriva
la possibilità di tesserare Campogrande; bene, inserendolo nel roster avremmo eliminato la luxury tax e avuto budget da investire sul quinto americano, Tyler Stone. Quindi, sì, una scelta che è stata in parte economica, ma lo ripeto condivisa da tutti. Il 6+6 sarebbe
equivalso a portare in panchina un rookie, non un giocatore “formato” come crediamo sia Campogrande”

Sul gran caldo di questi giorni: ” A risentirne, è chiaro, sono i ragazzi. Sono degli ottimi giocatori: nonostante il copioso
sudore, nemmeno un lamento. Però non hanno il riposo post allenamento e questo è dovuto alle condizioni meteo che stagnano in città. Sappiamo bene che questo caldo, per molti versi, inficia il lavoro che abbiamo programmato e stiamo svolgendo. Era ed è una mia preoccupazione svolgere il, lavoro iniziale in un posto idoneo. Con il club ne ho discusso, non è stato possibile. Ma lavorare con
35-40 gradi è un impegno titanico, che ci comporta tante difficoltà”

Commenta