Brescia, tutto in 40 minuti. Con Nanterre serve una vittoria per entrare nella storia

Brescia, tutto in 40 minuti. Con Nanterre serve una vittoria per entrare nella storia

Brescia chiamata alla vittoria contro Nanterre

Tutto in 40′: non sono bastate 9 partite per stabilire le gerarchie definitive del Gruppo C, senza dubbio il più equilibrato di tutta l’EuroCup, e, di conseguenza, per sapere quale sarà il futuro europeo della Germani Brescia Leonessa, che fino a oggi ha affrontato la competizione continentale a testa alta ed è più che mai in lizza per coronare il sogno di qualificarsi alla fase successiva per la prima, storica volta.

Quanto accaduto un anno fa, quando la Leonessa aveva sciupato malamente il match point qualificazione in casa contro i tedeschi di Ulm, deve servire da monito a tutto l’ambiente: Nanterre, infatti, è tutt’altro che una squadra materasso e sta vivendo un momento di forma straordinario, visto che tra campionato francese ed EuroCup è reduce da sei vittorie nelle ultime otto partite.

La Germani si appresta a servire per il match e il suo braccio non dovrà tremare: da questo punto di vista, la squadra di Vincenzo Esposito ha già dimostrato di essere affidabile, rispondendo presente ogni volta che c’era da dare risposte importanti.

LE INFO SULLA PARTITA
Germani Brescia Leonessa-Nanterre 92 si gioca al PalaLeonessa A2A (Via Caprera, 5 | Brescia) martedì 17 dicembre alle ore 21.00.
LE INFO SUI BIGLIETTI
I biglietti sono acquistabili on line direttamente dalla home page del sito di Basket Brescia Leonessa (QUI il link diretto) e ai botteghini del palasport, che apriranno alle ore 19.30, in concomitanza con l’apertura dei cancelli dell’impianto.
QUI BRESCIA

La pausa del campionato, imposta dalla formula a 17 squadre, ha permesso alla Germani di avere un’intera settimana di tempo per preparare la partita con Nanterre. Quasi un lusso, visti i ritmi incessanti che hanno caratterizzato la prima fase della stagione della squadra biancoblu.

L’illusione di aver chiuso la pratica qualificazione con il successo della Volkswagen Arena è durata poco più di 24 ore: i risultati sperati dalla società biancoblu nelle altre gare del nono turno non si sono verificati e alla Leonessa servirà un altro successo per raggiungere il prestigioso traguardo delle Top 16. Una mezza beffa, per certi versi, considerato che lo scorso anno con quattro successi sarebbe arrivata la qualificazione alle Top 16, mentre quest’anno con cinque vittorie già all’attivo l’obiettivo non è ancora stato raggiunto.

Per riuscire a centrarlo, Brescia dovrà giocare la partita con Nanterre con la stessa fame e la stessa voglia mostrate in tante circostanze da quando è iniziata la stagione, senza pensare al risultato dell’andata (+8 alla sirena finale sul parquet dei transalpini) e, soprattutto, affrontando la gara senza alcuna paura.
QUI NANTERRE
Il colpo di coda nell’ultimo match casalingo con Ljubljana (vittoria dopo aver rimontato uno svantaggio di 24 punti) ha concesso a Nanterre di possibilità di lottare altri 40′ con l’obiettivo della qualificazione. La squadra guidata da Pascal Donnadieu sta chiudendo il girone in crescendo, visto che è reduce da due successi consecutivi, contro Kazan (in Russia) e, appunto, contro il Cedevita Olimpija.

Espugnare il PalaLeonessa A2A è l’unica strada che permetterebbe ai biancoverdi di alimentare le proprie speranze di accesso alle Top 16. Oltretutto vincere a Brescia potrebbe anche non bastare al club francese, che dovrà necessariamente guardare anche ai risultati delle altre gare del turno.

L’impresa a cui è chiamata Nanterre passerà necessariamente da una grande prova dei giocatori giù rappresentativi del proprio roster: Dallas Moore, ex giocatore di Pesaro e Torino, Kenny Chery, playmaker canadese rapido e imprevedibile (era assente nella gara d’andata) e Isaia Cordinier, terzo e ultimo giocatore del roster a viaggiare in doppia cifra per punti segnati.

Sotto canestro i transalpini possono contare sull’atletismo di Youssou Ndoye, dotato di grande fisico ma dalla mira un po’ballerina (3/11 dalla lunetta nella gara d’andata). Attenzione anche a Taylor Smith, all’esperto Davin Oliver e a Spencer Butterfield, tra i giocatori che garantiscono il rendimento migliore alla squadra.

C’è grande curiosità, infine, attorno a Victor Wembanyama: classe 2004, 219 cm di altezza, Wembanyama rappresenta il futuro del basket francese. Dopo aver esordito proprio contro Brescia nelle battute finali della gara d’andata, il giovane pivot ha giocato uno scampolo di partita anche contro il Darussafaka, sempre in casa. I numeri dimostrano che non è ancora arrivato il suo momento, ma segnatevi questo nome: ne sentirete certamente parlare.

LA GARA D’ANDATA
La campagna di Francia della Germani Brescia Leonessa si concluse con la prima vittoria in trasferta del girone, maturata sul parquet del Palais Des Sports Maurice Thorez di Nanterre al termine di una gara giocata da Brescia con grande autorità.

La Germani fu capace di resistere alle spallate che la squadra francese, priva dell’infortunato Chery, provò a dare nella prima parte del match, poi con un ultimo quarto da 23-16 piazzò la zampata vincente che le permise di tornare a casa con due preziosi punti in tasca.

I giocatori che Brescia portò in doppia cifra furono solo due (Lansdowne con 16 punti e Horton con 14, mentre Vitali distribuì la bellezza di 11 assist), ma tutti i componenti del roster biancoblu dettero il proprio contributo nel 73-65 finale, utile a rilanciare le quotazioni della squadra dopo la débâcle interna della settimana precedente arrivata per mano del Darussafaka.

GLI ARBITRI
La partita tra Germani Brescia Leonessa e Nanterre 92 sarà diretta da Anne Panther (Germania), Saso Petek (Slovenia) e Aare Halliko (Estonia).
TV E MEDIA

La sfida del PalaLeonessa A2A sarà visibile in streaming su Eurosport Player. Come sempre, la diretta testuale del match sarà disponibile sul sito ufficiale di Basket Brescia Leonessa.

Fonte: Ufficio Stampa Leonessa Brescia.

Commenta