Boniciolli: Una umiliazione del genere non l’ho mai provata in 30 anni di carriera. Sto malissimo

Boniciolli: Una umiliazione del genere non l’ho mai provata in 30 anni di carriera. Sto malissimo

Boniciolli commenta il netto KO casalingo contro Reggio: A Pesaro mi sono trovato veramente bene e ovunque sarò nei prossimi anni una parte del mio cuore spererà sempre di poter vedere questa città divertirsi e non soffrire al palazzetto

Matteo Boniciolli dopo la sconfitta casalinga della VL Pesaro contro la Grissin Bon Reggio Emilia.

Nonostante il KO Pesaro ha conquistato la salvezza. Le parole del coach di Pesaro sono state riportate da Il Resto del Carlino

“Una umiliazione del genere non l’ho mai provata in 30 anni di carriera. Sto malissimo per come sono andate le cose, perché a Pesaro mi sono trovato veramente bene e ovunque sarò nei prossimi anni una parte del mio cuore spererà sempre di poter vedere questa città divertirsi e non soffrire al palazzetto. Volevo dire tre cose la prima è che ringrazio la città, società, tutti i collaboratori e lo staff tecnico. Sono stato accolto in una maniera straordinaria ma dentro di me ho una ferita profonda perché ho la percezione che non sono riuscito a fare quello che speravo di fare. La seconda cosa è che poco più di un mese fa, parlando con la società, espressi loro un dubbio, una percezione e cioè che fosse cambiato tutto ma in realtà non è cambiato niente. Abitando da solo a Pesaro vivo 24 ore su 24 per questa squadra, ma per quanto in profondità ho cercato di scavare ho l’impressione che la natura più intima e profonda di questa squadra non fosse modificabile. Di questo ho sentito una frustrazione crescente. Nelle mie precedenti esperienze, quando sono subentrato ad un collega, ero sempre riuscito a cambiare la strada di quella squadra, cosa che quest’anno non è accaduta. La terza cosa che dico è che l’amarezza di questa sconfitta passerà presto, rimarrà un valore importante per Pesaro che è quello della serie Al. Merito va anche a chi c’era qui prima di me, Cedro Galli. Lo ringrazio per aver contribuito a questa salvezza”.

Commenta