Boniciolli: Grato alla società. A mia moglie ho detto che in caso di vittoria mi sarei drogato…

Boniciolli: Grato alla società. A mia moglie ho detto che in caso di vittoria mi sarei drogato…

Boniciolli: Sono grato a una società che investe denari importanti su un allenatore che vede vincere le prime due partite per inerzia e poi mettere in fila sette sconfitte:

Matteo Boniciolli (via Il Corriere Adriatico): “Sono grato a una società che investe denari importanti su un allenatore che vede vincere le prime due partite per inerzia e poi mettere in fila sette sconfitte: avrebbe tutto il diritto di non essere soddisfatta del mio lavoro. Ho un gran supporto da parte di un club estremamente solido e questo aumenta la mia responsabilità rispetto alla missione di salvare la squadra. Ringrazio anche il pubblico e la reazione dopo lo sconcertante primo quarto è giustificata. Il momento di svolta emotiva è stato l’ingresso in campo di Monaldi, che ha girato la gara con la difesa. Nei possessi finali abbiamo dimostrato tutte le nostre fragilità. Lyons è un adulto, ha in mano il controllo della squadra, sono andati sotto i loro standard Mokevicius, McCree e Blackmon, che faremo partire sempre dalla panchina perché così abbiamo risolto il problema che le seconde linee. C’è stata una prova incolore di Murray e Artis, Zanotti ha giocato come dovrebbe fare sempre. Spero sia stato utile a Simone e a Diego il lungo colloquio avuto con loro e Ancellotti, gli ho detto non piangersi addosso perchè ci sono troppi stranieri. Monaldi già da alcune partite ha capito che può essere decisivo anche se non segna 10 punti. Avevo detto a mia moglie che, se avessimo vinto, non mi sarei ubriacato ma drogato. Sono alla ricerca di una dose..”.

Commenta