Bologna da urlo, domata Tenerife 73-61. La BCL è della Virtus!

Bologna da urlo, domata Tenerife 73-61. La BCL è della Virtus!

Punter versione “monster” con 26 punti e 5/5 dall’arco, splendida Virtus Bologna

Dieci lunghissimi anni da quell’Eurochallenge del 2009 separavano la Virtus Bologna da una Coppa Europea. Tre anni e un giorno, da quel 4 Maggio 2016, prima retrocessione sul campo della Virtus. Oggi, vincendo 73-61, Bologna porta a casa la Basketball Champions League regalando una gioia enorme ai quasi 1000 Virtussini giunti da capoluogo emiliano nonostante le avversità. Super prestazione di Punter, 26 punti e 5/5 da tre, e 16 di Amath M’Baye.

Ottimo avvio della Virtus che grazie ad una rubata e schiacciata di Martin apre le danze. M’Baye in post ne firma altri due, poi Punter spara da tre punti: 7-0 dopo 2’. Abromaitis trova due liberi, ma Punter continua a trovare canestri dall’arco e Bologna va in doppia cifra di vantaggio sul 13-2. Sempre Abromaitis, l’unico di Tenerife a trovare il fondo della retina, realizza da sotto ma M’Baye risponde immediatamente. Coach Vidorreta chiama time out sul 15-4, e dopo il minuto a colloquio un 4-0 dei gialloneri li riporta a -7. M’Baye ha la faccia giusta, prima spara una “bomba”, poi schiaccia a due mani il 20-8. Si chiude così la prima frazione.

La seconda frazione si apre con l’appoggio di Niang e la schiacciata di Kravic nell’altra metà campo. La Virtus gira a meraviglia, l’impatto di Chalmers anche stasera è notevole, M’Baye è a quita 12 dopo soli 15’e Bologna controlla 29-12 grazie a una prestazione fin qui ottima. Tenerife prova a rientrare, trovando punti dalla lunetta e la tripla di Gillet su traduce in 37-24. Da segnalare il 7% degli spagnoli da tre punti (1/25) dopo quasi 20’di gioco. Si va all’intervallo lungo sul 38-24.

Punter inaugura il primo possesso della terza frazione segnando una tripla con fallo, alla quale risponde Iverson appoggiando con “and one”. Ancora il numero 0 in maglia bianconera spara dall’angolo ed è 45-29, con 5/5 da tre per lui. Abromaitis prova a scuotere i suoi con un canestro e fallo, poi White segna da tre e chiude il gioco da 4 punti portando la formazione spagnola a -9 (48-39), dopo tanto tempo sotto la doppia cifra di svantaggio. Bologna torna sul +10, quando manca 1’e 20” alla fine del terzo periodo. Termina 58-44, si va verso gli ultimi 10’.

Abromaitis infila una tripla dopo 1’dall’inizio dell’ultimo periodo e così fa anche Bassas che manda sul 60-50. La palla inizia a diventare pesante ed entrambe le squadre commettono qualche errore banale. A rimetterci è soprattutto la Virtus, che vede Tenerife tornare sul -7 a 3’esatti dalla fine. Gli spagnoli tornano sul -6 e Chalmers freddissimo riscrive +8 a 1’da termine. Gillet sbaglia dall’arco, poi Punter mette due liberi. M’Baye appoggia, Punter ruba e segna in contropiede. La Virtus vince, 73-61.

Commenta