Blakes: Sì, mi sento uno dei migliori sesti uomini del campionato

Blakes: Sì, mi sento uno dei migliori sesti uomini del campionato

Il sesto uomo di Acqua San Bernardo Cantù che nel 2015 ha perso la sorella e la madre: E’ andata così, la mia famiglia è dentro di me, non la dimenticherò mai

Vincenzo Di Schiavi racconta per TimeOut, inserto de La Gazzetta dello Sport, la storia di Gerry Blakes di Acqua S. Bernardo Cantù .

Nel 2015 la scomparsa della sorella e della madre per una malattia degenerativa: «E’ andata così, la mia famiglia è dentro di me, non la dimenticherò mai. Resta la parte più importante».

«Sì, mi sento uno dei migliori sesti uomini del campionato. Uscire dalla panchina non è un problema, anzi mi dà stimoli ulteriori, come il fatto di giocare da playmaker. Devi usare la testa, ragionare, comprendere il gioco e i momenti del match»

Commenta