Blakes: Sì, mi sento uno dei migliori sesti uomini del campionato

Blakes: Sì, mi sento uno dei migliori sesti uomini del campionato

Il sesto uomo di Acqua San Bernardo Cantù che nel 2015 ha perso la sorella e la madre: E’ andata così, la mia famiglia è dentro di me, non la dimenticherò mai

Vincenzo Di Schiavi racconta per TimeOut, inserto de La Gazzetta dello Sport, la storia di Gerry Blakes di Acqua S. Bernardo Cantù.

Nel 2015 la scomparsa della sorella e della madre per una malattia degenerativa: «Èandata così, la mia famiglia è dentro di me, non la dimenticherò mai. Resta la parte più importante».

«Sì, mi sento uno dei migliori sesti uomini del campionato. Uscire dalla panchina non è un problema, anzi mi dà stimoli ulteriori, come il fatto di giocare da playmaker. Devi usare la testa, ragionare, comprendere il gioco e i momenti del match»

Commenta